L’estate pop di Pietrasanta piace al grande pubblico. Quasi 2 mila visitatori in un solo weekend hanno visitato la mostra collettiva di pittura contemporanea del progetto “Italian Newbrow” a cura di Valerio Dehò e Ivan Quaroni ospitata tra la Chiesa e le sale del Chiostro di S. Agostino nel centro storico. Impossibile invece misurare le presenze in Piazza Duomo e Piazza Carducci monopolizzata dalla presenza delle dodici sculture in marmo, bronzo e resina dell’allestimento “The Blue Banana” di Giuseppe Veneziano a cura della Futura Art Gallery. I due allestimenti saranno protagonisti per tutta l’estate fino al 13 settembre. L’ingresso è gratuito.

La ripartenza artistica della Piccola Atene ha fatto registrare numeri impressionanti con mille ingressi nel solo giorno di apertura e quasi altrettanti durante la giornata di domenica con 439 visitatori nella sola frazione della mattina. Presenze che si sono “mosse” tra i musei civici e le sale espositive delle Grasce e del San Leone a Porta a Lucca. “Pietrasanta, per questa occasione, è uscita dagli schemi rispetto a quella che è la sua storia. Le dodici sculture del progetto della Piazza in Attesa che ha caratterizzato gli ultimi mesi di Piazza Duomo, portando in dote il suo messaggio di speranza e resilienza, hanno lasciato spazio al linguaggio dei colori della pop art e della pittura contemporanea di Giuseppe Veneziano e di Italian Newbrow. Un linguaggio sicuramente diverso ed anticonvenzionale rispetto alle abitudini della nostra città che rappresenta anche il desiderio di esplorare nuovi campi artistici e di avvicinare nuovi artisti al mondo dei nostri artigiani e dei nostri laboratori. – ha spiegato il sindaco, Alberto Stefano Giovannetti – L’arte, è nel suo Dna, fa discutere ma ci fa anche maturare come individui e come comunità. I due nuovi allestimenti, in pochi giorni, hanno acceso tanta curiosità e grande interesse nei confronti di un pubblico molto vasto che siamo riusciti ad avvicinare attraverso codici espressivi molto diretti. Sono allestimenti che funzionano e che piacciono al pubblico”.

Per l’artista siciliano Giuseppe Veneziano, tra i più influenti artisti pop italiani, la scultura rappresenta una nuova sfida. Dodici, come anticipato le opere, dislocate tra Piazza Duomo e Piazza Carducci. Nei prossimi giorni una versione più piccola dell’ormai celebre “Banana Blu” sarà installata nel rondò del Pontile di Tonfano. A visitare la mostra era arrivato, nella mattina di domenica 10 giugno, anche il critico Vittorio Sgarbi. “Pietrasanta è una città magica che rende solidi i sogni di un’artista. – ha spiegato ai giornalisti durante il vernissage Veneziano – Per me che sono un pittore, la scultura è un’evoluzione della mia ricerca artistica. E’ un momento episodico di rivelazione. A Pietrasanta ho avuto la possibilità di realizzare una mostra di sole sculture utilizzando diversi materiali come il marmo, il bronzo e la resina. La scultura ha permesso alle mie opere di uscire dai miei quadri ma non ci sarei mai riuscito senza gli artigiani ed i laboratori di questa terra. Il successo di questa mostra lo condivido con loro”.

Per informazioni sui prossimi eventi vai su www.comune.pietrasanta.lu.it, gruppo Facebook “Pietrasanta Eventi, Instagram “Pietrasanta Eventi” oppure iscriviti al servizio di messaggistica WhatsApp al numero di telefono 366 699 3039 inviando un messaggio con il seguente testo: “Attiva iscrizione – Nome e cognome – Città di residenza” (esempio: Attiva iscrizione Mario Rossi Pietrasanta).

(Visitato 42 volte, 1 visite oggi)

Festival La Versiliana accende l’estate italiana con grandi artisti e ben 36 spettacoli

“Quando volevamo fermare il mondo” di Antonio Fusco, 25 giugno a Villa Bertelli