Come un fulmine a ciel sereno la voce prende corpo in modo sempre più insistente nelle ultime ore.

L’ipotesi che circola è che la Lista Blu – la squadra guidata da Giorgio del Ghingaro si proponga alla guida del comune di Massarosa.
In un momento di stallo nella scelta dei candidati a sindaco di entrambi gli schieramenti, ecco che il modello Viareggio, si affaccia anche a Massarosa.

Un modello civico per superare le contrapposizioni

Un modello civico prima di tutto, di estrazione riformista, che cerca di individuare alti profili per la guida di un comune portando a termine gli obiettivi di risanamento e rilancio.

Forte delle esperienze di risanamento dei conti, della capacità amministrativa dimostrate nella gestione del dissesto viareggino e – al di là dell’opinione dei detrattori – del cambiamento che la città di Viareggio ha subito negli ultimi anni, un progetto di questo tipo potrebbe avere una valenza importante anche per Massarosa.

Per poter governare e uscire da un dissesto, mai come ora, ci sarà bisogno dell’aiuto di tutti, dell’impegno di personalità competenti e di molto lavoro a testa bassa.

Una legislatura costituente

Un modello di questo tipo, come avvenuto nel comune vicino, può dar vita ad una legislatura costituente per Massarosa, che superi le contraddizioni e che soprattutto sia svincolata dalle dinamiche astiose di “quelli di prima” contro “quelli di prima prima” per un governo – che in molti si aspettano – di più ampio respiro.

Chi sarà il candidato proposto da Giorgio del Ghingaro e dalla sua squadra?

Una cosa è certa: Del Ghingaro non può candidarsi direttamente a Massarosa.
La ricerca di un candidato che sia stato fuori dalle diatribe degli ultimi 7 anni, una persona che appartiene ad un’esperienza civica, una persona con una forte esperienza amministrativa, una persona con una grande preparazione personale, ma soprattutto una persona che conosca bene il comune di Massarosa sembra avere un nome e un cognome.

Si suppone che Giorgio del Ghingaro pensi ad uno dei suoi collaboratori più stretti: Federico Pierucci.

Sembra che il sindaco di Viareggio sarebbe disponibile a privarsi del suo assessore di punta, colui che è stato una delle figure importanti nel contribuire a chiudere un dissesto complessivamente di 300 milioni euro a Viareggio e che sta portando avanti con Del Ghingaro il lavoro di rilancio della Città.

Federico Pierucci 34 anni è funzionario pubblico (ricopre oggi la posizione di dirigente al settore finanziario del comune di Stazzema e del Parco della Pace oltre ad essere vice segretario del comune di Stazzema).
Residente a Stiava fino al 2015 è stato il più giovane assessore del comune di Massarosa e della Provincia di Lucca a soli 22 anni.
Dal 2016 assessore alla rigenerazione urbana del comune di Viareggio e dal 2020 Assessore alla Pianificazione strategica di Viareggio.

Al momento rimane solo un’ipotesi perché le condizioni devono ancora concretizzarsi.

Sta di fatto che un modello del genere andrebbe incontro ai desiderata espressi dalla società civile e non contrasterebbe con l’appello fatto a mezzo stampa dall’Ex sindaco Larini.

(Visitato 1.608 volte, 1 visite oggi)
TAG:
Slider

ultimo aggiornamento: 18-07-2021


1921–2021. Il restauro della Villa di Giacomo Puccini a Viareggio in occasione dei 100 anni

Massarosa: il PD spacca il centro sinistra sul nome ROSI e corre da solo.