E’ il viareggino Gianmarco Bina, laureato in Ingegneria Edile Architettura, presso l’università di Pisa, a vincere il Premio di Laurea “Viareggio e la Versilia che vorrei tra passato e futuro”, organizzato dal Rotary Club Viareggio Versilia con il patrocinio dell’Ateneo Pisano e del Dipartimento di Ingegneria dell’energia, dei sistemi, del territorio e delle costruzioni. Visti agli ottimi rapporti che il Segretario Bruno Ulisse Viviani ha instaurato da anni con l’Università di Pisa, alla collaborazione del Prorettore per l’Edilizia Prof. Sandro Paci  ed all’ approvazione del Presidente del Corso di Laurea Magistrale Ingegneria Edile Architettura Prof. Marco Giorgio Bevilacqua, il sogno del Presidente Silvano Galli di assegnare un premio, da attribuire alla migliore tesi di laurea magistrale, in Ingegneria Edile Architettura, Ingegneria delle infrastrutture civili e dell’ambiente, Ingegneria strutturale e edile dell’Università di Pisa, che avesse come oggetto interventi volti alla valorizzazione del territorio della Versilia, negli ambiti di recupero del patrimonio esistente, progettazione architettonica ed urbanistica, infrastrutture, architettura del paesaggio e pianificazione territoriale, si è concretizzato. Tanti i lavori pervenuti alla commissione giudicante composta dal Presidente del Rotary Club Viareggio Versilia, dal Prof. Rocco Rizzo Direttore del Dipartimento di Ingegneria dell’Energia, dei Sistemi, del Territorio e delle Costruzioni dell’Università di Pisa, nonché dai Professori Marco Giorgio Bevilacqua e Luca Lanini dell’Università di Pisa e dall’ Arch. Bruno Ulisse Viviani, ma quello dell’Ing. Bina con la tesi “Rigenerazione urbana del Waterfont di Viareggio. Progetto del nuovo Polo Nautico” è stato giudicato il più meritevoleLa consegna del Premio si è svolta in una meravigliosa ed emozionante serata nella splendida cornice del Salone Butterfly del Grand Hotel Principe di Piemonte di Viareggio, appena rinnovato ed è stata preceduta dall’illustrazione, da parte del vincitore, del proprio lavoro con l’ausilio di un plastico e di alcune slides per maggiore chiarezza nell’esposizione. “Questa sera sono davvero felice – è il commento del Presidente Silvano Galli – sia perchè dopo tanto tempo ci siamo ritrovati con i nostri soci, ma soprattutto perchè siamo riusciti a portare a termine un progetto di grande valore e di cui vado molto fiero. Non solo abbiamo consolidato il sodalizio con l’Università di Pisa, ma abbiamo dato voce a neo laureati ed alle loro idee legate alla Versilia. I giovani sono il futuro: è nostro dovere ascoltarli. Tutte le tesi che abbiamo visionato sono meritevoli di menzione e soprattutto di poter essere rese pubbliche ed è proprio a questo proposito che stiamo lavorando per organizzare una mostra di tutti i lavori pervenuti. Ringrazio gli studenti che hanno partecipato, il Prof. Marco Bevilacqua, il Senato dell’Università di Pisa per l’entusiasmo con il quale ha accolto la nostra idea, che annuncio sarà portata avanti anche dai Presidenti che verranno dopo di me”.

“E’ una grande soddisfazione ricevere questo Premio da un’istituzione prestigiosa come il Rotary – confessa il vincitore Gianmarco Bina –  vivo a Milano ed ho saputo del bando da una mia compagna di studi e così ho voluto tentare. E’ la prima volta che partecipo ad un concorso con la mia tesi di laurea e, questa, mi è sembrata un’occasione da non perdere. Come ha sottolineato il Presidente Galli rendere pubblici i nostri lavori, che altrimenti sarebbero rimasti chiusi in un cassetto, è un’azione di grande valore. Come molti ragazzi ho girato l’Europa con il progetto Erasmus ed il nome di Viareggio e della sua cantieristica hanno una fama internazionale. Il problema del porto, che ho affrontato nella mia tesi, è una vecchia spina nel fianco della nostra città, un argomento che mi ha sempre affascinato e che ho cercato di trattare sotto molti punti di vista. Sono orgoglioso del lavoro che ho fatto e voglio ringraziare con tutto il cuore ancora una volta il Rotary Club Viareggio Versilia per aver dato a noi giovani laureati questa grandissima opportunita’. Un ringraziamento caloroso voglio farlo al Prof. Bevilacqua che non solo è un grandissimo professore, ma prima di tutto una persona speciale”.

Soddisfatto del successo dell’iniziativa il Prof. Marco Giorgio Bevilacqua.

“Appena Viviani e Paci ci hanno esposto il progetto lo abbiamo accolto con grande entusiasmo. Non solo perchè si è rafforzato ulteriormente il rapporto fra noi ed il Rotary Club Viareggio Versilia, che ci inorgoglisce profondamente, ma perchè è davvero un’occasione importante per i nostri studenti per portare a conoscenza i loro lavori. Ci auguriamo che, grazie al Rotary, possano essere visti da chi dovrà occuparsi della riqualificazione della Versilia. Tutti le tesi presentate sono di grande valore ma, con decisione unanime, abbiamo ritenuto quella di Bina, più di ogni altra, completa in ogni sua parte, dall’analisi storica fino ad arrivare ad una vera e propria progettualità con la definizione e la proposta di tantissimi argomenti legati ad un progetto complessivo che va ad interessare l’intera area portuale ed il suo collegamento con la retrostante citta’. Il nostro augurio all’Ing. Gianmarco Bina è quello che questo premio possa essere l’inizio di un percorso affinchè il suo lavoro possa servire da spunto per il progetto del futuro porto di Viareggio”

(Visitato 53 volte, 1 visite oggi)
TAG:
laurea premio rotary club

ultimo aggiornamento: 21-07-2021


VII Edizione del Memorial Vincenzo Simonini, Davide De Ceglie si aggiudica il Trofeo

“La pace seguirà” di Andrea Moretti apre il festival “Taormina Arte”