L’allarme dall’Agorà di Tonfano di Coldiretti: in crescita importazioni. 

Il pesce sulle nostre tavole è sempre più straniero. Le importazioni in Italia registrano un +8% di aumento nei primi mesi del 2021, dato che mette in allarme la flotta nazionale che negli ultimi 35 anni ha perso quasi 4 imbarcazioni su 10, con un impatto devastante su economia e occupazione. Straniero, è anche il pesce nei ristoranti, e purtroppo nelle mense scolastiche dove i filetti di “pangasio”, pesce che proviene principalmente dal Vietnam, per una semplice ragione di costo, “battono” i pesci nostrani.

Sono alcuni spunti di riflessione lanciati in occasione del secondo appuntamento con “La Campagna da Mare”, i talk show esperienziali promossi da Coldiretti che si è tenuto all’Agorà di Marina di Pietrasanta. All’incontro, che è tenuto nell’ambito delle iniziative del Flag Alto Tirreno Toscano, hanno partecipato il responsabile nazionale di Impresa Pesca Coldiretti, Tonino Giardini, il direttore Coldiretti interprovinciale di Lucca e Massa Carrara, Alessandro Corsini e Maurizio Acampora, presidente della cooperativa Mare Nostrum

“Durante il lockdown – ha spiegato Giardini – gli italiani sono tornati a scoprire il pesce locale ed anche a valorizzarlo tutto. Ma non basta. Il settore ha difficoltà strutturali e generazionali: le imbarcazioni sono vecchie e l’età media dei nostri pescatori è 51 anni. L’altro aspetto è quello legato alla difficoltà dei controlli delle flotte extra europee che non hanno regole. Rappresentano una forma di concorrenza sleale che danneggia la nostra pesca”. Al servizio dei pescatori italiani si è schierata anche Coldiretti che attraverso Impresa Pesca ha messo a disposizione la sua rete di mercati di Campagna Amica e la sua capillarità sul territorio: “le difficoltà dei pescatori – ha spiegato bene Corsini – sono le stesse che hanno gli agricoltori. Con i nostri mercati, la nostra Campagna Amica, stiamo fornendo canali commerciali diretti con il consumatore che hanno favorito la nascita di realtà interessati, anche a livello locale, ed il ritorno del pescato a miglio zero sulle tavole e nei ristoranti. La sana alimentazione è al centro della nostra azione quotidiana. Un impegno che ci è stato riconosciuto dal presidente Mattarella. La scelta del pangasio nelle mense è una scelta di convenienza nell’immediato ma alla lunga è una scelta che penalizza il pesce Made in Italy”. Tante sono le aspettative per il mercato ittico di Viareggio destinato a diventare un punto di riferimento per i consumatori: “il nostro pesce è la risposta. – ha spiegato Acampora – Il mercato ittico rappresenta una sfida insieme ad un punto di svolta per un settore in profonda sofferenza ma che ha dimostrato, anche nel recente lockdown, capacità di adattamento e nel trovare soluzioni alternative”. 

Gli altri appuntamenti sono in agenda lunedì 23 agosto con “Fiori, balconi e matrimoni” in collaborazione con Affi, l’associazione floricoltori e fioristi italiani per chiudere domenica 12 settembre con le “Quattro stagioni a tavola” in collaborazione con Campagna Amica con ospite Nunzio Primavera giornalista esperto sui temi sindacali, economici e agroalimentari. Primavera è è stato redattore de “Il Coltivatore”, “Il Coltivatore Italiano” e “Campagna Amica”. Ha pubblicato con l’editrice Elledici Velar, insieme a padre Francesco Occhetta, Paolo Bonomi e il riscatto delle campagne per i cento anni della nascita del fondatore della Coldiretti. Inoltre, con l’editrice Pro Sanctitate Sacre & ProfaneViaggio tra cibi e fede nell’Italia delle sagre e La storia cambiata, cronache fra due millenni. I talk show sono organizzati da Coldiretti in collaborazione con la Fondazione Versiliana e Comune di Pietrasanta.

Per informazioni www.lucca.coldiretti.it oppure pagina ufficiale Facebook @coldirettilucca 

(Visitato 41 volte, 1 visite oggi)

Compagnia di Danza Storica al 67° Festival Piccini il 6 e 7 agosto

Le donne ed il mare, uno sguardo al futuro della nautica fra storicità ed innovazione