Sinistra Comune ha dato seguito al mandato deciso democraticamente dall’assemblea a larghissima maggioranza, proseguire nella trattativa col Partito Democratico per cercare di costituire un’alleanza di centro sinistra, un percorso deciso per arginare il ritorno di quella destra che in due anni ha distrutto Massarosa.

Oggi l’obiettivo prioritario è quello del ripristino dei servizi essenziali e della ricostruzione di un tessuto sociale devastato da una destra che ha scelto di dissestare il comune costringendo centinaia di persone a scendere in piazza.Sono sempre esistite diversità tra Sinistra Comune e Partito Democratico, sia quando siamo stati uniti che quando siamo stati divisi.

Sinistra Comune si spacca.

Come annunciato a mezzo stampa alcuni giorni fa, Comunisti Italiani e Rifondazione Comunista, si sono espressi per una candidatura alternativa al Partito Democratico.

“Oggi queste diversità sono superate dall’obiettivo collettivo di ricostruire il nostro comune devastato dalla destra. Sono molti di più i punti di incontro che di divisione e abbiamo deciso di lavorare per l’unità mettendoci al servizio dei cittadini.I partiti che hanno fatto parte fino ad oggi di Sinistra Comune, ovvero il Partito Comunista Italiano (la sezione di Massarosa si è espressa per l’unità del centro-sinistra, la contrarietà è del provinciale) e Rifondazione Comunista hanno deciso di fare una scelta diversa”.

“Abbiamo chiesto loro di spiegare la propria posizione ma i due rappresentanti hanno deciso di abbandonare la riunione.
Sinistra Comune è e sarà sempre uno spazio democratico, nessuno è mai stato buttato fuori e mai lo sarà in futuro”.

“Ci dispiace che i partiti abbiano deciso di seguire le direttive nazionali invece del bene della comunità, è una ferita che fa male e non lo nascondiamo. Forse saremo meno abituati di altri alle scissioni dei partiti comunisti ma per noi siamo tutti compagni e ci sarà sempre spazio per tutti, ognuno con le sue diversità”.

Intanto il nome del candidato unico non è ancora stato ufficializzato anche se voci insistenti identificano in Simona Barsotti colei che correrà per il Centro sinistra alle prossime elezioni che si terranno il 3 e 4 ottobre prossimo.

(Visitato 133 volte, 1 visite oggi)

Su Francesco Mauro aspettiamo ancora la risposta del PD.

Lucchesi, Gilardetti e Natali espulsi dai PCI perché favorevoli all’unita del centro sinistra