Welfare locale, servizio sociale professionale, diritto alla casa sono priorità della candidata Sindaca Valentina Salvatori e della coalizione Creare Futuro:  “Investimenti e risorse su un settore già ben strutturato ci permetteranno continuità e crescita – spiega Valentina Salvatori – la presenza nel sistema del welfare locale del servizio sociale professionale ad esempio è livello essenziale delle prestazioni che ogni territorio deve garantire alla sua popolazione per questo con la prossima amministrazione, proseguendo e rafforzando gli indirizzi già assunti dalle precedenti amministrazioni e facendo leva su quanto previsto dalla previsione della legge di bilancio 2021, procederemo alle assunzioni necessarie per rafforzare il settore e garantire ai cittadini una maggiore vicinanza e copertura sociale. I cittadini hanno diritto di rappresentare i propri bisogni a personale qualificato, ed hanno il diritto di ricevere assistenza sulla base di un progetto di intervento definito ed attuato da personale professionalmente adibito a questa funzione.”

Anche sul fronte diritto alla casa idee chiare ed un patrimonio di cose fatte da valorizzare a far crescere ulteriormente in investimenti e servizi. Il Servizio sociale si è dimostrato attivo infatti anche nell’ambito del sostegno all’abitare. Accanto all’assegnazione degli alloggi di edilizia residenziale pubblica, sono state sviluppate attività di sostegno economico e di mediazione abitativa.

“L’Amministrazione comunale si è fortemente impegnata nell’aumentare lo stanziamento di risorse dedicate al contributo affitti – spiega la Salvatori –  misura che considero di portata strategica nel sostegno all’abitare, che permette alle famiglie una maggiore sostenibilità del canone di locazione, anche a prevenzione delle morosità incolpevoli. Un significativo aumento delle risorse dedicate all’area abitativa si è riscontrato anche rispetto al fondo di garanzia. Per quanto riguarda l’assegnazione degli alloggi di edilizia residenziale pubblica, rispetto ad una graduatoria di 52 richiedenti è stato possibile soddisfare le domande fino alla 23° posizione compresa. Inoltre nel 2020 è stata approvata anche la nuova graduatoria su bando emesso in conformità alla nuova legge regionale entrata in vigore nel 2019. Abbiamo gli strumenti per continuare il lavoro e fatto e potenziarlo ulteriormente anno per anno – conclude la Salvatori – per essere vicini ai nostri cittadini nel rispondere ai loro bisogni quotidiani con azioni concrete, risorse ed investimenti crescenti”. 

(Visitato 58 volte, 1 visite oggi)

Grande successo per l’inaugurazione della sede di “Insieme” per Elena Luisi sindaco

Estate a Palazzo: rinviato il terzo incontro sulle antiche civiltà