Nn 49enne latino-americano è stato arrestato a Massa nel pomeriggio di ieri dai Carabinieri della Stazione di Marina di Massa, dopo essere fuggito dal comune di Viareggio ove era sottoposto agli arresti domiciliari.

Da qualche ora, senza alcun apparente valido motivo, si era allontanato dall’abitazione di Viareggio, ove era ristretto agli arresti domiciliari a seguito di una condanna definitiva per diversi gravi reati in precedenza commessi, che vanno dalla rapina, all’estorsione, al furto. In realtà un motivo, per quanto bizzarro, l’interessato, lo aveva: recarsi al carcere di Massa dove proseguire lo stato di detenzione, anziché, più comodamente, a casa dei genitori nell’abitazione viareggina.

La sorpresa è stata duplice, sia per gli agenti di polizia penitenziaria che lo hanno accolto, sia per il domenicano quando ha appreso che il carcere non lo poteva ricevere perché non esisteva a suo carico un provvedimento emesso dall’Autorità Giudiziaria che prevedesse la custodia in carcere. Gli agenti hanno così chiamato i Carabinieri di Massa che lo hanno arrestato in flagranza per evasione, essendosi allontanato dal luogo deputato all’esecuzione degli arresti domiciliari. I Carabinieri della Stazione di Marina di Massa, d’intesa con il Pubblico Ministero della locale Procura della Repubblica, hanno così dichiarato in arresto il 49 enne di origini dominicane che è stato rinchiuso nella camera di sicurezza della caserma, in attesa del rito direttissimo che verrà celebrato nella giornata odierna.

I militari intervenuti, con molto stupore, hanno appurato che le ragioni poste alla base della rocambolesca fuga del detenuto, risiedevano nella volontà di non sottostare più agli arresti domiciliari in casa della propria madre con la quale, evidentemente, era insorto un rapporto conflittuale.

(Visitato 1.381 volte, 1 visite oggi)

Coronavirus, 373 nuovi casi con un’età media di 41 anni. Otto decessi

Coronavirus, oggi 435 nuovi casi, 37 anni l’età media. Nove i decessi