Un utente residente nella zona di Massarosa ha segnalato ai centralini del gestore idrico Gaia S.p.A. un probabile tentativo di truffa.

L’utente, infatti, ha spiegato di aver ricevuto una chiamata da un numero non visibile sul telefono da parte di un’operatrice non ben identificata che ha affermato, senza fornire alcun tipo di dettaglio ma soprattutto senza alcun fondamento, che l’acqua della zona è contaminata e che quindi ne era sconsigliato l’utilizzo a fini alimentari.

Fortunatamente l’utente, consapevole che un’emergenza di questo tipo sarebbe stata comunicata dal gestore tramite i canali ufficiali, e che anche il Comune avrebbe divulgato un’ordinanza specifica, ha chiuso la telefonata senza dare seguito all’operatrice e ha contattato il nostro numero verde.

Siamo di fronte nuovamente ad un possibile tentativo di adescamento telefonico. Pertanto rinnoviamo l’invito a tutta la cittadinanza a prestare la massima attenzione e a segnalare presunti tentativi di truffa alle autorità competenti e anche al numero verde di Gaia 800-223377, gratuito da fissi e mobili. Ciascuno può fare la propria parte per salvaguardare la sicurezza in particolar modo degli anziani che vivono soli, principali prede dei truffatori, segnalando eventuali individui sospetti e condividendo le notizie a riguardo provenienti da GAIA o dalle autorità.

Informiamo, inoltre, che Gaia S.p.A. non bussa alla porta dei cittadini per effettuare analisi al rubinetto e non telefona dispensando consigli o promozioni in bolletta. I nostri addetti, sempre muniti di tesserino di riconoscimento con logo GAIA ben visibile, soltanto in rari casi hanno necessità di recarsi nella proprietà privata degli utenti e in tale evenienza è fissato prima un appuntamento.

(Visitato 310 volte, 1 visite oggi)

L’estate in Versilia: il bilancio della Polizia Stradale

Sventata truffa a Massarosa, Carlo Bigongiari: Servono programmi a domicilio per gli anziani