“I negozi di vicinato dei nostri paesi sono una risorsa da tutelare, ma per farlo bisogna sfruttare a dovere gli strumenti legislativi che abbiamo a disposizione”.

Intervengono così i candidati di Sinistra Comune nel dibattito che si è aperto sul tema del sostegno al piccolo commercio.

“Non ci sono ricette precostituite ma è chiaro che se non vogliamo che il piccolo commercio muoia dobbiamo evitare la proliferazione di nuove medie strutture di vendita. Fino a fine 2018 non avevamo strumenti per farlo, ma l’attuale legge regionale sul commercio ha introdotto una particolare tutela per i centri commerciali naturali, e in forza degli articoli 110 e 111 che disciplinano questo settore sosteniamo di poter proporre una moratoria che eviti, almeno per un determinato periodo di tempo, l’apertura di nuove medie strutture di vendita.”

“Sono due anni che abbiamo questa possibilità – proseguono i candidati di Sinistra Comune – ma nessun segnale è mai arrivato in questo senso dall’Amministrazione Coluccini né dalla Lega o da Forza Italia o da Fratelli d’Italia che quell’amministrazione l’hanno sostenuta e che in questa campagna propagandano però un interesse verso i piccoli commercianti che non è suffragato né da idee né da proposte concrete”.

“Noi – concludono – i piccoli commercianti vogliamo tutelarli veramente, come veramente siamo convinti che da un piccolo commercio di qualità non si possa prescindere per valorizzare le eccellenze agroalimentari del nostro territorio e dare anche sostegno al rilancio economico delle nostre comunità. Per questo con Simona Barsotti istituiremo un tavolo di lavoro con le associazioni di categoria e lavoreremo da subito per introdurre una moratoria all’apertura di nuove grandi strutture”.

(Visitato 39 volte, 1 visite oggi)

Fratelli d’Italia Massarosa: Samuel Venturi si dimette da coordinatore e sostiene Bigongiari

Elezioni Massarosa, Simona Barsotti: “Nuove sinergie per il lavoro”