Lutto nel mondo dell’artigianato e dell’arte a Pietrasanta dove è morto improvvisamente Massimo Del Chiaro, classe 1936, artigiano, creatore di un’importante realtà aziendale del territorio: la fonderia d’arte che porta il suo nome.

Nato a Viareggio il 27 gennaio 1936, Massimo aveva intrapreso sin dall’età di 13 anni l’apprendistato nella sua città presso la fonderia Lera. Ripercorrendo quell’esperienza, pochi anni fa in occasione di una pubblicazione, raccontava la sua formazione di fonditore in un ambiente dove il mestiere “si doveva rubare con gli occhi”.

Da allora la sua vita è stata dedicata all’artigianato e all’arte, realizzando opere per artisti famosi: negli anni Ottanta Massimo Del Chiaro trasferì l’attività nella sua sede attuale e diede una svolta in chiave modernissima a un mestiere antico. La sua professione gli aveva dato l’opportunità di conoscere il mondo, di viaggiare, di frequentare gli ambienti internazionali dell’arte nel tempo aveva stretto rapporti di amicizia con gli artisti che collaboravano assiduamente con la fonderia. 

Dal matrimonio con la signora Adriana Corfini, sposata nel 1960, erano nati quattro figli: Emanuela, Franco, Roberto e Barbara, che lo avevano reso nonno di sette nipoti. Ai figli Franco, Roberto e Barbara, da alcuni anni, aveva affidato il timone dell’azienda ma non era raro incontrarlo nei grandi locali della fonderia dove ha continuato, fino al lockdown, a essere presente in occasione di riunioni aziendali.

I funerali si svolgeranno venerdì 24 settembre 2021, alle ore 10:30, nella Chiesa Parrocchiale di Santa Maria Lauretana a Querceta.

(Visitato 181 volte, 1 visite oggi)

Risultati più che positivi per il 42° Festival La Versiliana, oltre 40.000 presenze

Il grande violinista Tzigano Roby Lakatos sabato 25 settembre al teatro comunale di Pietrasanta