150 gli studenti che hanno partecipato alla prima parte della giornata di studi “Boom. La moda italiana, economia e rinascita”, venerdì 24 settembre 2021 a Villa Bertelli (Forte dei Marmi)circa 50 dell’ITS MITA e dell’ISI Macchiavelli Civitali in presenza, e circa 100 studenti del Liceo Chini – Michelangelo connessi on line.

Organizzata dalla Fondazione Banca del Monte di Lucca e dal Comune di Forte dei Marmi in collaborazione con Villa Bertelli, la giornata si è incentrata sull’evoluzione della moda negli anni del Dopoguerra e del boom economico italiano e in particolare sulla figura dell’imprenditore “inventore” della moda italiana all’estero Giovan Battista Giorgini, detto Bista, nato a Forte dei Marmi e scomparso 50 anni fa.

Dopo i saluti istituzionali del primo cittadino di Forte dei Marmi, Bruno Murzi, del presidente della Fondazione Banca del Monte di Lucca, Andrea Palestini, dell’ideatrice dell’iniziativa e referente del settore artigianato per la Fondazione Banca del Monte di Lucca, Sabrina Mattei, del presidente nazionale di CNA Federmoda, Marco Landi, e della consigliera regionale Valentina Mercanti, si sono susseguiti li interventi sul settore moda, con un focus in particolare sull’alta formazione tecnologica per lo sviluppo del comparto moda.

Nel pomeriggio, aperto al pubblico, dopo i saluti istituzionali di Ermindo Tucci presidente di Villa Bertelli e dell’osservatorio dell’Associazione Osservatorio dei Mestieri d’Arte portati da Pilar Lebole in vece del presidente Luciano Barsotti, è stata la volta degli interventi sulla figuradi Giorgini e sul ruolo economico della moda in era PNRR.

(Visitato 44 volte, 1 visite oggi)

Il sindaco Murzi risponde al segretario Pd Tonini sulla festa della Liberazione Forte dei Marmi

Il Percorso della Memoria: presentato il volume