La Giunta Comunale di Camaiore ha istituito una struttura organizzativa interna per la formazione di un parco progetti relativi alla rigenerazione urbana e dell’abitare da finanziare attraverso il Piano Nazionale per la Ripresa e la Resilienza (PNRR).

La task force, composta da dipendenti già in servizio presso l’ente, è incaricata di  elaborare soluzioni progettuali che verranno presentate alla Regione Toscana per ottenere i finanziamenti del PNRR destinati alle realtà locali entro la data di scadenza del bando del 30 ottobre.

Sono stati individuati per questa fase iniziale 5 progetti di intervento da sviluppare presenti sul territorio comunale.

Il primo intervento riguarda l’ex Arlecchino di Lido di Camaiore, attraverso uno studio da condividere con la Pluriservizi S.p.A. attraverso uno studio di fattibilità da condividere con Pluriservizi, riguardo un polo attrattivo turistico – sportivo e culturale.

Il secondo intervento, sempre a Lido di Camaiore, interessa la ex Fattoria Benelli di viale Kennedy, per la quale sono previste il recupero e la riqualificazione dell’area, da inserirsi nel quadro più esteso delle opere già messe in atto nella zona quali la realizzazione del Parco di Bussoladomani e l’area sosta camper di via Dante Alighieri.

Il Mulino di Candalla, noto anche come Mulino di Taccone, è l’oggetto del terzo piano di intervento, che mira al recupero e alla riqualificazione dell’immobile di proprietà comunale, situato ai piedi dell’accesso meridionale del Parco delle Alpi Apuane.

La quarta proposta riguarda il restauro conservativo della Casa-museo Murabito, a Casoli, dove abitarono il celebre scultore e pittore Rosario Murabito con la moglie Grayce Bradt, attrice americana conosciuta con il nome d’arte di Grace Albert.

Rientra tra i progetti strategici anche il Palazzo Littorio di Piazza XXIX Maggio, ancorché non di proprietà del Comune, piano che pretende un livello di progettazione utile a definire un quadro di valorizzazione che rappresenta il presupposto per chiudere il percorso di federalismo demaniale con il quale il Comune e la comunità di Camaiore potrebbero arrivare all’acquisizione gratuita di questo bene al patrimonio dell’Ente. Il progetto, indispensabile per ottenere la proprietà, pur con un percorso diverso dalle altre proposte, è quindi inserito nell’ambito strategico del PNRR di carattere comunale.

Il breve termine per la presentazione del parco progetti ha portato la definizione di questi quadri di indirizzo per evitare la dispersione di risorse. Una volta individuate con precisione le possibilità di intervento permesse dal PNRR e quanto deliberato dalla Regione Toscana, la fase di studio verrà aperta al contributo della cittadinanza per la redazione dei progetti esecutivi. “Un momento strategico per la vita del Paese e anche della comunità – afferma il Sindaco Alessandro Del Dotto – oggi abbiamo la nostra Struttura Operativa Comunale e questo servirà adesso così come a chi arriverà ad amministrare il prossimo quinquennio. Le risorse del PNRR vanno spese su beni e aree strategici e questi sono solo i primi 5 punti: molti altri se ne aggiungono già in queste settimane, in un costante lavoro di progettazione e di rapporto con la Regione, che va letto nel medio periodo e non solo nella deliberazione di oggi. Auspichiamo che Stato e Regioni assegnino un ruolo di coordinamento anche alle Province – sinora ignorate in questo percorso – perché in questo momento serve il supporto di tutti nello sviluppo di visioni pluridecennali in cui è essenziale e necessaria una visione non solo comunale ma anche territoriale. Dato centrale è che abbiamo deciso di contemperare i tempi stretti dati dalla Regione per la progettazione con la nostra volontà di lasciare spazio alla partecipazione: per questo motivo, l’indicazione data nell’atto di oggi è quella di livelli di progettazione non esecutivi bensì definitivi o preliminari, per lasciare ampio margine a proposte e osservazioni della città”.

(Visitato 140 volte, 1 visite oggi)

Pronto Soccorso del “Versilia” e Humanitas Rozzano per formazione manovre interventistiche

Torna il 16 e il 17 ottobre la Festa Piccante a Camaiore con frizzanti novità