Si è conclusa il 28 settembre la gara per la concessione del servizio Mensa con l’ausilio della Stazione Unica Appaltante della Provincia di Lucca, con la quale il comune aveva stipulato un accordo nel mese di giugno 2021. 

Si informano dunque i genitori dei bambini in età scolare 3 -13 anni che è attivo il servizio di mensa scolastica per l’anno scolastico 2021/2022. Il servizio, dato in concessione, prevede infatti la mensa per scuole dell’infanzia, primarie e secondarie di primo grado.

Il costo del singolo pasto è di € 5,110, iva esclusa. È previsto anche il servizio merenda per gli scolari che effettuano orari più lunghi; il costo della merenda è di € 0,182, iva esclusa. Si ricorda ai genitori che il consumo del pasto non è obbligatorio. I genitori possono preparare il pasto a domicilio per i propri figli, attenendosi scrupolosamente a norme igieniche a tutela dei propri figli e dei bambini che utilizzano la mensa.

Gli importi relativi al costo del servizio (pasto e/o merenda) sono riscossi direttamente dalla concessionaria; le modalità di pagamento sono molto ampie, dal BONIFICO, al POS, PAGO PA RID, MYPAY, CONTANTI nei punti abilitati.  La Concessionaria ha integrato il numero dei pasti gratuiti, oltre quelli già richiesti dal Comune in sede di gara, da destinare a famiglie con redditi bassi, le quali devono produrre l’attestazione del valore Isee, in corso di validità, presso la ditta che lo trasmette all’ufficio scuola, ai fini del riconoscimento dell’agevolazione.

Sono previsti diversi menù: dai menù tradizionali a quelli “speciali”, da proporre sulla base di specifiche esigenze nutrizionali ed etico/religiose. In particolare, nella cucina verrà allestita una postazione separata per la preparazione dei pasti in caso di diete per celiachia, favismo, allergie e  intolleranze. Le disdette per i pasti in caso di necessità possono essere fatte on line.

Il momento del pranzo a scuola può rappresentare una valida opportunità di coinvolgimento, sensibilizzazione e conoscenza per i bambini e per le bambine riguardo all’importanza di una corretta alimentazione, specie se questa viene vissuta in forma ludica e giocosa. A tal fine il servizio prevede interessanti laboratori di gioco, con storie, filastrocche, quiz e giochi a premio per tutte le età e laboratori pratici come ad esempio quello di fornaio e pasticcere dove i bambini potranno sperimentare la preparazione dei cibi. E non solo, anche la “Tovaglia parlante”, che sarà disposta sui tavoli dei bambini, racconterà il valore di una sana e corretta alimentazione. 

Molto interessante, anche se il servizio è previsto per un solo anno scolastico (rinnovabile), è la disponibilità del concessionario alla tinteggiatura dei locali cucina, alla sostituzione dei pannelli illuminanti, all’installazione di sensori presso il centro cottura e di riduttori di flusso nei lavelli e nelle cassette di scarico dei wc al fine di ridurre il consumo energetico (circa il 25% – 70%) e di acqua ( circa il 67%) con un apprezzabile risparmio dei costi a carico del Comune.  

È previsto anche un progetto per le famiglie che prevede l’accesso al PORTALE WEB, dedicato agli utenti del servizio, sul quale possono essere visualizzati i menù, le ricette, la stagionalità della frutta, suggerimenti per il menù serale, link utili ed altro ancora, incontri a tema ed un corso di cucina. A tal proposito si informano i genitori che possono partecipare agli incontri organizzati dalla ditta concessionaria per ricevere le informazioni per una migliore fruizione del servizio.

(Visitato 251 volte, 1 visite oggi)

Turismo, Garavaglia: “Con nuovo portale nazionale del turismo settore da 14 a 20% del Pil”

Carlo Bigongiari: “Apprezziamo apertura Fdi per battere insieme la sinistra”