Il mondo del palio sta passando il suo momento più buio, il Covid ha lasciato nell’intero movimento molte difficoltà, dalla capacità di spesa delle contrade al ben più grave problema del crescente distaccamento delle persone.

A questo proposito si è tenuta ieri sera una riunione presso la sede della Proloco Querceta, promossa dal presidente della Proloco stessa, Gianluca Ceragioli, a cui hanno partecipato i rappresentati delle tre Amministrazioni Comunali – il sindaco Bruno Murzi per Forte dei Marmi, il sindaco Lorenzo Alessandrini per Seravezza e per Pietrasanta, impossibilitato a partecipare il sindaco Alberto Giovannetti per un impegno inderogabile dell’ultimo momento, Adamo Bernardi, capo di Gabinetto del sindaco, nonché vicesindaco di Seravezza –  con l’intento di avviare un percorso unitario che delinei gli strumenti per sostenere questo movimento storico culturale che unisce più di 3000 persone.

“Il Palio e le Contrade – hanno sottolineato le tre Amministrazioni – non sono soltanto una passione, ma rivestono un importante ruolo sociale, di aggregazione, di senso di appartenenza e di inclusione, e tutti noi dobbiamo impegnarci, a livello economico e progettuale per garantire non solo la loro sopravvivenza, ma programmarne un rilancio a livello comprensoriale.” 

Il prossimo passo, come convenuto da tutte le figure presenti, sarà quello di istituire un tavolo di lavoro tra Sindaci, Pro Loco e Presidenti delle 8 Contrade, dove discutere la pianificazione degli eventi, Canzonette e Palio in primis, appuntamenti che necessitano di un importante piano sicurezza, legato alla capienza massima nei palazzetti e negli altri luoghi che ospitano dimostrazioni e spettacoli. Altro obiettivo fondamentale sarà quello di identificare un’area dove i musici e sbandieratori possano provare senza dover incorrere in polemiche.

“Il Palio rappresenta anche un importante attrazione per l’Ambito Turistico – hanno ribadito i rappresentati dei Comuni – e tra i progetti di valorizzazione e rilancio dovrà rientrare sicuramente quello dello sviluppo del “Brand” Palio dei Micci, oltre alla creazione di un evento di caratura nazionale.”

Dal Mondo Palio, al termine della riunione, arrivano parole di soddisfazione per bocca del presidente della Proloco Querceta, Gianluca Ceragioli e i membri del suo Consiglio: “Usciamo stasera da questo proficuo incontro con la consapevolezza di non essere soli e  certi che se tutti faranno la loro parte, il nostro amato Palio e le contrade ne verranno fuori ancora più forti.”

(Visitato 98 volte, 1 visite oggi)

Il maestro dell’avventura Marco Buticchi torna a Villa Bertelli con “Il mare dei fuochi”

“La pelle del serpente”, il nuovo romanzo di Annabella Calimani