Quello di ieri sera doveva essere un Consiglio Comunale “tecnico” volto principalmente alla nomina dei membri all’interno delle commissioni. Essendo alla mia prima esperienza come consigliere di opposizione, pensavo che questi primi Consigli Comunali fossero brevi e che potessero servire, per così dire, da rodaggio.
In realtà, nel consiglio comunale di ieri sera la situazione si è dimostrata ben diversa.

Esiste di fatto una contraddizione all’interno della maggioranza che ha proposto e ottenuto come Presidente del Consiglio Comunale il dott. Brocchini Riccardo e che di fatto invece, nella gestione dell’assemblea, dipende in tutto e per tutto dal Consigliere Del Soldato Adolfo il quale, senza chiedere e senza attendere che gli venga concessa la parola dal Presidente, interviene continuamente indicando come si debba procedere e quali decisioni si debbano prendere e finendo all’atto pratico con il gestire l’andamento del Consiglio.

Questa situazione, grave, mi ha vista costretta ad intervenire chiedendo al Presidente “effettivo” che Del Soldato fosse riportato all’interno del suo ruolo di consigliere e che gli fosse impedito di fare il Presidente “de facto”, ma il mio intervento è servito a ben poco, dal momento che l’ingerenza è continuata a oltranza per tutta la durata dell’Assemblea e si è spinta a tal punto da arrivare a contestare le decisioni del segretario comunale che aveva dato come approvato un emendamento che la maggioranza voleva invece di fatto bocciare.
Questo strano e singolare sistema di condurre il Consiglio Comunale mi trova assolutamente contraria. Da parte mia continuo e continuerò, nel malaugurato caso che la situazione si ripeta anche in futuro, a pretendere che ognuno rispetti i propri ruoli e che la maggioranza faccia chiarezza al suo interno sul chi e sul cosa nel rispetto dei ruoli stessi.

(Visitato 392 volte, 1 visite oggi)

Porte aperte al comune di Massarosa, gli orari e le modalità per incontrare i cittadini

Chiuso il contenzioso CAV, circa un milione di euro andranno a Massarosa