Abeti veri, coltivati in Toscana dagli agricoltori toscani, per scuole e piazze di Massarosa.

E’ il dono, simbolo di festa, bellezza e sostenibilità di Coldiretti ed associazione Verdelago nell’ambito del progetto di marketing territoriale “La Via delle Erbe e dei Fiori”. Sono dieci gli esemplari donati al Comune di Massarosa. “Questi abeti rappresentano, insieme ad un momento di comunità e collaborazione istituzionale, un elemento di presenza, concreta, attuale, del mondo agricolo ma anche di conoscenza e promozione di un settore strategico che contribuisce a mantenere una presenza umana nelle zone svantaggiate fondamentale per la prevenzione dei rischi idrogeologici, il contrasto all’erosione e agli incendi. – spiega Andrea Elmi, Presidente Coldiretti Lucca – Dietro ogni abete naturale c’è il lavoro paziente della natura e dell’uomo in un equilibrio perfetto di rispetto e condivisione”.

Secondo uno studio di Coldiretti ogni abete naturale “divora” 47 kg di CO2. Un abete di plastica media ne produce invece tra 40 e 60 kg. “L’albero naturale concilia il rispetto della tradizione con quello dell’ambiente a differenza delle piante di bassa qualità importate dall’estero che raggiungono l’Italia dopo un lungo trasporto con mezzi inquinanti e degli alberi di plastica. – prosegue Elmi – Questa iniziativa va nella direzione di contribuire ad accrescere il patrimonio arboreo della città contribuendo all’abbattimento dell’inquinamento” 

Al termine del periodo natalizio infatti gli alberi saranno piantumati nei cortili delle scuole e lungo La Via delle Erbe e dei Fiori come segno d’amore nei confronti della Terra e delle generazioni future. “Gli abeti potranno – spiega Elena Giannini, vice presidente Coldiretti Lucca e tra i promotori della Vie delle Erbe e dei Fiori – restare a dimora nei cortili delle scuole, e crescere anno dopo anno insieme ai bambini diventando un punto di riferimento non solo durante le festività oppure potranno essere piantumati lungo il percorso della via delle Erbe e dei Fiori”.

Gli abeti ad uso natalizio vengono coltivati come una qualsiasi altra pianta ornamentale e provengono da vivai autorizzati dalla Regione Toscana con apposita iscrizione. Ogni singolo abete è accompagnato da cartellino identificativo riportante i dati dell’impresa produttrice con il relativo codice di autorizzazione, oltre alla dicitura che trattasi di soggetti “non per uso forestale”. Inoltre la Regione attua controlli annuali per verificare l’idoneità delle pratiche agronomiche e formali che l’azienda è tenuta a rispettare.

L’impegno sociale di Coldiretti non finisce qui. Coldiretti ha infatti messo a disposizione dell’Associazione L’Albero di Ohana Onlus una fornitura di Stelle di Natale della Versilia: il ricavato della vendita in occasione del mercatino di Natale di domenica 19 dicembre in via Cenami a Massarosa servirà a sostenere le attività ricreative ed educative dei bambini della Onlus.

Per informazioni www.lucca.coldiretti.it oppure pagina ufficiale Facebook @coldirettilucca

(Visitato 251 volte, 1 visite oggi)

Salute: un defibrillatore nel ricordo di Francesco, la donazione dei familiari alle Briccole Special

Lega Massarosa: “Nostri figli in classe senza riscaldamento”