Si sono tenute ieri, sabato 18 dicembre le elezioni di secondo livello per il rinnovo del consiglio provinciale.
In questo tipo di tornata elettorale hanno diritto di voto solamente gli eletti nei 33 comuni della provincia di lucca: consiglieri e sindaci.
il numero dei seggi da assegnare è di 12 e nella passata tornata elettorale 7 erano di centro sinistra e 5 di centro destra.

Sul piano politico la grande novità di queste elezioni è stata la nascita di un terzo polo formato dalle liste civiche soprattutto versiliesi e dai partiti riformisti come Azione di Carlo Calenda e Italia Viva che insieme hanno formato una lista.

Il centro sinistra perde un seggio

Il centro sinistra rispetto alle passate elezioni perde un seggio passando da 7 a 6 e quindi riducendo ai minimi termini la sua quota di maggioranza (avrà sempre bisogno di una compattezza assoluta e del voto del presidente Menesini per avere i numeri per governare).

Arretrano Lega e Fratelli d’Italia

Degno di nota anche il risultato negativo dei partiti di centrodestra che passano da 5 consiglieri e 3, segno che il clima politico sta cambiando anche in provincia di Lucca e gli errori soprattutto del partito della Meloni nelle ultime tornate elettorali si sono fatti sentire. Per pochi voti non è scattato il 4 consigliere che avrebbe, grazie anche ai numeri del terzo polo, tolto definitivamente la maggioranza al centrosinistra.

L’area moderata ottiene un risultato all’inizio insperato.

Il vero risultato positivo oltre le aspettative l’ha fatto la lista di centro che ha raccolto circa il 25% dei consensi. Uno schieramento formatosi in meno di 60 giorni è riuscito a raccogliere un risultato sperato, ma inizialmente di difficile realizzazione di 3 consiglieri che saranno determinanti per le politiche provinciali del biennio avvenire.

Un risultato raggiunto grazie allo sforzo propulsivo dell’area versiliese che è riuscito a piazzare il neo sindaco di Seravezza Alessandrini e la consigliera comunale della lista Blu di Del Ghingaro Consani grazie anche allo spostamento di molti consiglieri dell’area moderata.
Nella parte lucchese degno di nota il risultato di Marco Remaschi, sindaco di Coreglia Anterminelli e coordinatore regionale di Azione che ha attirato sulla sua candidatura quasi 8000 voti ponderati.

Se consideriamo questa area in relazione alle elezioni che si terranno nel 2022 a Lucca, Camaiore, Forte dei Marmi e in alcuni comuni della Mediavalle e Gargagnana e forse anche Viareggio, possiamo dire fin da oggi che ne vedremo delle belle.

I risultati

Lista 1 – Centrodestra e Civiche per la Provincia di Lucca: 24921 voti,
3 eletti

Lista 2 – IN PROVINCIA: 20467,
3 eletti

Lista 3, Provincia civica democratica e progressista con Menesini 45541,
6 eletti

Gli eletti per la lista 1 di centro destra sono il sindaco Giannini (Fabbriche di Vergemoli) ed i consiglieri Benigni e Petrini (entrambi di Capannori).(Camaiore) e Conti (Pietrasanta);

La lista 2 del terzo polo entra in consiglio con i sindaci Alessandrini (Seravezza) e Remaschi (Coreglia) ed il consigliere comunale Consani (Viareggio).

Gli eletti per la lista 3 sono i sindaci D’Ambrosio(Altopascio), Andreuccetti (Borgo a Mozzano) e Carrari (Piazza al Serchio) ed i consiglieri comunali Leone (Lucca), Menchetti

(Visitato 101 volte, 1 visite oggi)

Viareggio? La capitale rock della cultura

Lucca: 80 chili tra marijuana e oppio in casa, arrestato 41enne