“Dall’ultima riunione con le contrade – ha riferito l’assessore alle tradizioni popolari, Andrea Cosci – è emersa all’unanimità l’intenzione di rinviare tutte le manifestazioni del Carnevale: la Festa della Canzonetta e del Teatro Dialettale, programmata dal 26 al 30 gennaio e i corsi mascherati, inizialmente previsti il 13, 20 e 27 febbraio”.
L’incontro di lunedì sera ha fatto emergere chiaramente come non ci siano, al momento, le condizioni per svolgere in tranquillità tutti gli appuntamenti: “Abbiamo fatto insieme un’analisi molto scrupolosa, dal punto di vista tecnico e sanitario – prosegue Cosci – e la conclusione è stata inevitabile”.


Uno stop che lascia comunque ancora aperta l’opzione di un recupero, in versione small e in momenti meno “pericolosi” dal punto di vista sanitario, come il periodo primaverile o estivo. Scegliendo, nel caso, anche location differenti da quelle usuali: “Sulla Festa della Canzonetta siamo già al lavoro – sottolinea l’assessore – per valutare due o tre sedi alternative al Teatro Comunale, ma tutto dipenderà da come evolverà l’emergenza covid nelle prossime settimane e dalle disposizioni nazionali e locali che ne conseguiranno”.
“E’ un dispiacere immenso – conclude il sindaco, Alberto Stefano Giovannetti – trovarsi di nuovo a rinviare, con grande incertezza, manifestazioni tanto coinvolgenti e attese dalla comunità di Pietrasanta. Voglio ringraziare le contrade, per il grande senso di responsabilità che stanno dimostrando e che facilita non poco il lavoro di tutti noi”.

(Visitato 94 volte, 1 visite oggi)

Oltre 155 milioni di euro per opere pubbliche per la provincia

Al Teatro Comunale di Pietrasanta Michael Guttman presenta uno spumeggiante concerto gratuito