“Siamo esterrefatti. Noi stessi non abbiamo parole per definire quello a cui abbiamo assistito. Spero che tutti i partiti prendano le distanze da questo fatto increscioso, che ha infangato la memoria dei nostri concittadini oltre che la nostra storia repubblicana”. Così in una nota i consiglieri della lista civica Per MassarosaPietro Bertolaccini e Marzia Lucchesi riguardo quanto accaduto nell’ultimo consiglio comunale a Massarosa quando, nel punto dell’odg per il Giorno della Memoria, la consigliera Fdi Michela Dell’Innocenti si è rifiutata di leggere uno dei nomi dei deportati a Auschwitz. “Non si tratta di appartenenza politica – aggiungono – perché quanto è successo significa ignorare, o meglio disprezzare, la storia e i valori sui quali si fonda la nostra democrazia. Dalla consigliera non ci aspettiamo né scuse né spiegazioni. Quello che ci auguriamo è l’immediata espulsione di Fratelli d’Italia della consigliera Dell’Innocenti”.

A leggere il nome che l’esponente di Fdi si è rifiutato di leggere è stato il consigliere Bertolaccini. “Una vergogna assoluta – aggiunge Pietro Bertolaccini – tutto ha un limite: io mi rifiuto di sedere negli stessi banchi dove siede un simile personaggio. Non è degna di sedere sui banchi di un consiglio comunale”.

(Visitato 157 volte, 1 visite oggi)

Cavirani (Lega). “Spero Fdi prenda distanza da atteggiamento da condannare”

Dell’Innocenti: “Condanno leggi razziali, sinistra monta polemica che non esiste”