Botte alla compagna con pugni e con un bastone di metallo, sul corpo, sulle mani, in faccia, dalla notte fino alle prime luci dell’alba. Per questo i carabinieri della Stazione di Lido di Camaiore hanno arrestato un 36enne italiano, ritenuto presunto responsabile dei reati di maltrattamenti in famiglia e lesione personale grave nei confronti della propria compagna convivente. I fatti si sarebbero verificati nella notte tra il 16 e 17 febbraio scorso quando l’uomo, all’interno del proprio domicilio, al culmine di una lite per futili motivi, avrebbe aggredito fisicamente la compagna colpendola ripetutamente e violentemente con pugni e con un bastone metallico al volto e su tutto il corpo, cagionandole gravi lesioni giudicate guaribili in 45 giorni di prognosi. La violenta aggressione sarebbe andata avanti fino alle prime luci del mattino quando la donna è riuscita a uscire dal domicilio e ha richiesto aiuto ad un’amica che ha allertato i Carabinieri.

I militari dell’Arma sono subito intervenuti e hanno rintracciato l’uomo presso il suo domicilio, all’interno del quale hanno riscontrato i locali a soqquadro nonché macchie di sangue ed il bastone che avrebbe utilizzato per colpire la compagna. A questo punto l’uomo è stato condotto in caserma mentre la donna è stata trasportata presso il pronto soccorso dell’Ospedale Versilia di Lido di Camaiore per diverse fratture a costole e vertebre e varie contusioni su diverse parti del corpo. Nel corso dei successivi accertamenti, i militari dell’Arma hanno ricostruito che anche in passato si sarebbero verificati altri episodi simili mai denunciati dalla vittima. Al termine dei riscontri investigativi, i carabinieri hanno dichiarato in stato di arresto l’uomo e, su disposizione del Pubblico Ministero di turno presso la Procura della Repubblica del Tribunale di Lucca, lo hanno poi condotto presso la Casa Circondariale di Prato a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

(Visitato 6.962 volte, 1 visite oggi)
TAG:
Slider

ultimo aggiornamento: 18-02-2022


Reddito di cittadinanza senza averne diritto, due denunciati

Controlli nella notte, un arresto e tre denunce