«Quando il Pd decise, due anni fa, di appoggiare la candidatura di Giorgio Del Ghingaro, le persone riunite sotto liste civiche nuove così come quelle che con lui avevano già fatto un percorso amministrativo entusiasmante, ne furono ben contente. Prima di tutto perché l’ingresso in coalizione del Pd rappresentava un apprezzamento per il lavoro svolto, ma anche perché il sostegno a Del Ghingaro era il segnale di un nuovo corso del partito che tra l’altro avrebbe caratterizzato la maggioranza con un preciso indirizzo politico, contrario per esempio ai vari sovranismi, che a noi faceva senza dubbio piacere. – Fanno sapere in un comunicato stampa I consiglieri di maggioranza, Lista del Ghingaro, Giovani per Viareggio e Viareggio Democratica.

In più la condivisione di un programma elettorale in continuità con i successi del recente passato, tra tutti l’uscita dal dissesto con bilanci più che positivi e l’avvio di nuove opere pubbliche, garantiva una visione comune e condivisa da parte nostra e del Pd e in particolare dai rappresentanti in consiglio comunale del partito stesso.

A distanza di un anno e mezzo per noi non è cambiato niente: ovviamente prendiamo atto della rottura del rapporto personale di fiducia tra il Sindaco e la Vicesindaca. Tuttavia, se è venuta meno la fiducia personale ‘da ruolo’ non si capisce perché la questione debba essere spostata sul piano politico, mettendo a repentaglio la continuità dei successi amministrativi sopra elencati.

I consiglieri di maggioranza, allora, auspicano non solo che venga mantenuto l’indirizzo politico nostro e del Pd, ma anche che, tornando a partecipare agli incontri comuni di pianificazione amministrativa, i consiglieri ‘uscenti’ rientrino a pieno titolo nella maggioranza di governo della Città, senza anteporle diversi e comunque legittimi interessi di partito».

(Visitato 58 volte, 1 visite oggi)

PD Viareggio su licenziamento di Federica Maineri

Azione è con Del Ghingaro: A Viareggio sta facendo bene