“Nei giorni scorsi sono state pubblicate le graduatorie del bando regionale aperto a gennaio, legato ai fondi PNRR, relative alla manifestazione di interesse dei Comuni per gli interventi sul patrimonio edilizio scolastico. In sintesi: finanziamenti, e tanti, per la realizzazione di plessi o strutture scolastiche, o per ristrutturazioni ed altri interventi edilizi sempre legati alle scuole”. A raccontarlo è il consigliere comunale della Lega di Viareggio, Alberto Pardini.

“Andando a scorrere la graduatoria regionale si scopre, per esempio, che Pietrasanta e Forte dei Marmi si sono aggiudicate rispettivamente sei e cinque milioni per la realizzazione di nuovi poli scolastici (più altri finanziamenti), ma gli interventi finanziati sono numerosi e vari: dalla creazione di mense scolastiche, asili nido ed intere scuole, a ristrutturazioni e messe in sicurezza…insomma, numerosi Comuni hanno approfittato di questa opportunità per farsi finanziare interventi legati all’edilizia scolastica, tra questi spicca l’assenza di Viareggio – prosegue il consigliere – il nome del nostro Comune infatti non compare nemmeno nell’elenco delle domande escluse, a dimostrazione che volutamente o meno, Viareggio non ha partecipato al bando”.

“Considerando lo stato, o quantomeno le carenze, di molte scuole presenti sul territorio comunale non possiamo non sottolineare quanto questa sia l’ennesima occasione persa per poter migliorare il patrimonio edilizio scolastico della nostra Città – conclude Pardini – presenteremo un’interrogazione all’Amministrazione comunale sulla questione, però ci appare evidente lo stallo politico degli ultimi mesi causato dal dibattito politico legato all’intenzione del Sindaco di candidarsi alle prossime elezioni amministrative di Lucca, o quantomeno di farlo credere. Un’azione che ha svilito la Città tutta e che (probabilmente) è finita come immaginavamo, adesso chiudiamo questo indegno teatrino e mettiamo testa su Viareggio”.

(Visitato 49 volte, 1 visite oggi)

Viareggio, il Pd conferma: restiamo all’opposizione di Del Ghingaro

Del Ghingaro sulla Sanità territoriale: C’è chi è concentrato sulle nomine e non sui progetti