L’Azienda USL Toscana nord ovest sarà presente con il proprio personale al Festival delle Politiche Giovanili “Ripartire – il diritto di essere giovani”, organizzato dal Comune di Lucca, che verrà inaugurato venerdì 8 aprile 2022.


Alla manifestazione parteciperanno, infatti, l’8 e il 9 aprile le operatrici dell’unità operativaEducazione e promozione della salute area nord, dell’unità funzionale Salute Mentale Infanzia e Adolescenza zona nord e dell’unità funzionale Consultoriale della Piana di Lucca.


In  particolare, sono previsti laboratori con i ragazzi presenti nell’ambito di Benessere a Scuola – Mafalda, un progetto di peer tutoring, che si svolge in collaborazione tra la struttura di Educazione e promozione della salute area nord e tutte le Scuole superiori di 2° grado  della Piana di Lucca, coinvolgendo, annualmente, centinaia di giovani studenti ed insegnanti con l’obiettivo di promuovere il benessere in ambito scolastico e il protagonismo giovanile.  Tale iniziativa è proseguita anche nel periodo pandemico, ovviamente con una formula rivista e adeguata alla situazione.


La promozione della salute persegue il potenziamento del capitale sociale e del senso di comunità, attraverso la facilitazione di processi di empowerment individuale e di gruppo e quindi più che mai in questo momento, dopo due anni di pandemia,  l’intervento nelle scuole risulta necessario, anche per promuovere un riflessione con i ragazzi sulle esperienze vissute e su quelle in atto.
La mission della scuola e quella delle istituzioni socio-sanitarie sono in questo senso complementari: se la scuola deve favorire lo sviluppo di competenze per lo sviluppo personale e sociale dell’individuo, le istituzioni socio-sanitarie hanno come obiettivo quello di favorire il potenziamento delle competenze, utili a fare scelte di salute consapevoli e responsabili. 
Investire sulla promozione della salute, come viene fatto con il progetto “Mafalda”,  significa in sostanza scommettere sulla salute complessiva delle ragazze e dei ragazzi, sia nella scuola che fuori da essa.

Oggi i giovani sono al centro dell’agenda di salute: investire sul loro benessere è indispensabile sempre e, particolarmente, in un periodo storico come quello attuale in cu stiamo lentamente uscendo da una pandemia, che ha stravolto ogni punto di riferimento, e siamo “entrati” in una guerra che, per vicinanza, rappresenta una concreta minaccia al nostro mondo.


A “Ripartire Festival” sarà rappresentato anche il Consultorio giovani, che  prevede un accesso diretto e gratuito per ragazzi e ragazze dai 14 ai 24 anni, senza bisogno del consenso dei genitori, e che proprio nell’ultimo periodo ha aperto due nuove sedi a Capannori e al Turchetto.

(Visitato 22 volte, 1 visite oggi)

Dal 1 marzo, quarta dose di vaccino anti Covid per oltre 4mila persone