Nel “Question time” promosso dal sindaco di Viareggio Giorgio del Ghingaro dopo aver affrontato il tema della Sanità Territoriale (LEGGI L’ARTICOLO), si è parlato anche della nomina del Presidente Giani del funzionario regionale Alessandro Rosselli a segretario generale dell’autorità Portuale.

”Il Ricorso è pronto – esordisce Del Ghingaro – si può discutere di tutto, ma le regole sono regole e tutti dobbiamo rispettarle”. La legge regionale prevede che tale funzione sia nominata in accordo con il comune di Viareggio e questo non è avvenuto.

“Nell’atto di nomina il presidente della Regione Eugenio Giani, motiva la scelta sostenendo che Viareggio ha fatto un unico nome per tale incarico, ma questo è del tutto falso – continua il sindaco”.

“Il giorno 22 aprile – continua Giorgio del Ghingaro – ho mandato una PEC alla presidenza della Regione (mostrata alla stampa durante la conferenza stampa) proponendo il nominativo dell’Ammiraglio Tarzia, figura di altissimo spessore, già vice comandante generale delle capitanerie di porto italiane, Direttore Marittimo del Lazio e Capo del Compartimento Marittimo di Civitavecchia”.
Solitamente i decreti di nomina vengono effettuati a fine mese, racconta il sindaco, ma il giorno seguente il presidente Giani ha proceduto con la nomina, in barba alle leggi della stessa Regione e alle proposte di Viareggio.

Viareggio non è d’accordo con le scelte di Giani: il nuovo segretario dell’autorità portuale è stato uno degli estensori della proposta di piano regolatore del porto con il quale Viareggio e le categorie economiche avevano mostrato più di una perplessità.

(Visitato 148 volte, 1 visite oggi)

Del Ghingaro sulla Sanità territoriale: C’è chi è concentrato sulle nomine e non sui progetti

Rifiuti abbandonati in porto: la Guardia Costiera di Viareggio a tutela dell’ambiente