“Azione: il recupero e la riqualificazione del territorio di Viareggio per una maggiore sicurezza urbana”

Il recupero e la riqualificazione del territorio è fondamentale per una maggiore sicurezza urbana – così l’Avvocato Maurizio Zerini, responsabile del Tavolo tematico regionale Giustizia, Sicurezza e Legalità, e referente per Viareggio del partito Azione

Riscontro, dichiara Zerini, l’ottimo lavoro programmatico in tema di riqualificazione dello spazio pubblico che, in questi anni e soprattutto nell’ultimo periodo, sta realizzando l’Amministrazione Comunale di Viareggio. 

Particolare plauso va al lavoro profuso dall’Assessore Federico Pierucci, che oltre all’efficace reperimento delle risorse finanziarie necessarie, sta realizzando alcuni dei principi inerenti la Sicurezza Urbana. 

Mi riferisco in particolare, agli studi fatti a livello internazionale a partire dal 1961 in poi in ambito di progettazione urbanistica (sociologia urbana) fino alla più recente normativa del 2017 sulla sicurezza integrata e sicurezza urbana. 

Fondamentale la collaborazione tra Ammistrazione e le forze dell’ordine

Se da un lato la sicurezza integrata verte sulla collaborazione tra l’Amministrazione e le Autorità e forze le di Polizia preposte alla sicurezza del territorio, dall’altro l’attenta programmazione degli interventi pubblici devono tendere alla Sicurezza Urbana definita dall’art. 4 del decreto n.14/2017. 

Sul tema si può dire che, continua Zerini, tramite il recupero e la riqualificazione degli spazi urbani, si cerca di evitare o quantomeno ridurre, la frammentazione sociale ovvero l’incremento delle disuguaglianze territoriali. 

Difatti si è dimostrato che ove esiste una frattura tra città della rendita e la città dei cittadini, emerge un “disagio urbano” con possibile sviluppo di quartieri connotati da forte segregazione sociale. 

A ciò va aggiunto il concetto fondamentale che ove esiste nello spazio pubblico il “bello e fruibile da parte dei cittadini” non esiste l’equazione contraria e opposta ovvero l’abbandono, il degrado e l’utilizzo dei medesimi spazi da parte della delinquenza comune. 

Per quello che si può valutare oggettivamente, le varie iniziative di riqualificazione del territorio comunale che vanno dai quartieri periferici al centro produttivo della città, non sono slegate tra loro, ma vanno considerate, parti di un unico progetto di sviluppo urbanistico che seppur ancora da ultimare, lascia intravedere una sua organicità con risvolti positivi economici-sociali per la città. 

Questo è certamente un primo passo di crescita per Viareggio – conclude l’avvocato Zerini – con un’inversione di tendenza che va apprezzata e sostenuta al fine di ultimare nel tempo, le successive politiche tendenti alla piena fruibilità da parte dei cittadini degli spazi pubblici, con particolare attenzione alle quelle che sono le esigenze e le richieste dei giovani. Azione su tali temi, vuole essere propositiva e continuerà a riservare la dovuta attenzione all’attività posta in essere da questa Amministrazione.

(Visitato 134 volte, 1 visite oggi)

Rivoluzione in centro: ecco come sarà il nuovo piazzale accanto alla chiesa di Sant’Ermete

Trovato morto in casa, indagano i carabinieri