Vice-campionesse d’Italia. La Raffaello Motto tocca il punto più alto della sua storia con il secondo posto nella serie A1 a squadre di ginnastica ritmica: un risultato straordinario, che rende merito al lavoro svolto con passione e dedizione dalla società viareggina. Nella Final Six disputata domenica al PalaGhiaccio di Folgaria (Trento) la squadra guidata dalla direttrice tecnica Donatella Lazzeri e l’allenatrice Francesca Cupisti ha confermato il piazzamento della regular season, dovendo arrendersi soltanto a Fabriano delle supercampionesse Sofia Raffaeli e Milena Baldassarri. 

Una giornata memorabile per la Motto, cominciata con il successo per 11 punti a 9 sull’Armonia d’Abruzzo di Chieti nella semifinale del girone A aggiudicandosi tre sfide dirette su quattro: due con Sofia Sicignano (cerchio e nastro) e una con Juna Campomagnani (clavette). In quella alla palla Chiara Puosi è invece stata superata dalla propria avversaria, portando comunque in dote alla sua squadra 2 punti preziosi.

Nella finalissima del pomeriggio che le vedeva opposte a Fabriano e San Giorgio ‘79 Desio – trasmessa in diretta su La7: un’opportunità di grande visibilità per la società della presidente Lucia Pieraccini – tutte le ginnaste schierate da Lazzeri e Cupisti si sono espresse su livelli altissimi, facendosi apprezzare per la qualità tecnica ed espressiva mostrata nei vari esercizi: la Motto si è imposta in due sfide su otto, con tre secondi e altrettanti terzi posti nelle rimanenti sei. Sofia Sicignano e Chiara Puosi sono scese ben tre volte in pedana, cogliendo un successo ciascuna, rispettivamente al nastro e alle clavette. In gara anche Juna Campomagnani e Arianna Musetti. La società viareggina ha chiuso con 15 punti, preceduta unicamente da Fabriano, dominatrice assoluta con 22. Terzo posto per la San Giorgio ‘79 Desio con 11.

Oltre a Sicignano, Puosi, Campomagnani e Musetti, la squadra vice-campione d’Italia è formata da Linda Viani, Chiara Badii, Chiara Vignolini (il capitano) e la russa Dariia Sergaeva, schierata nella vittoriosa prova d’esordio di serie A1, a Cuneo. A Folgaria erano presenti molte allieve della società viareggina (è stato organizzato un pullman ad hoc) per supportare le loro compagne, artefici di un’impresa sportiva senza eguali per la Motto, il cui miglior risultato fino a qui era stato il terzo posto, centrato nel 2020.

«Abbiamo condotto un campionato esaltante, soffermandoci sulla pulizia degli esercizi e l’interpretazione del nuovo codice – commenta con soddisfazione la direttrice tecnica Donatella Lazzeri -: per noi non è stato difficile, perché abbiamo sempre dato grande importanza al lato artistico. Le ragazze sono rimaste concentrate per tutta la gara, commettendo complessivamente un unico errore, per altro recuperato bene: è indice di grande maturità. Hanno percepito l’affetto delle compagne di squadra e della società. Sono orgogliosa del lavoro svolto, anche se questo è solo la punta dell’iceberg di un movimento assai più ampio, che racchiude al suo interno tante individualità. E grazie all’accademia possiamo curare nel dettaglio diversi aspetti. Siamo felicissimi per questo risultato e al tempo stesso stimolati a proseguire sulla strada indicata dalla direzione tecnica nazionale e regionale per migliorare ancora. Un sentito ringraziamento va a coloro che ci hanno supportato in ogni modo, ma soprattutto alla società, a partire dalla presidente Lucia Pieraccini: se abbiamo imparato questa cultura del lavoro è grazie a lei».

(Visitato 59 volte, 1 visite oggi)

Javier Zanetti al torneo dell’Accademia organizzato dal Tau Calcio di Altopascio

Inizia la festa delle “Piccole Olimpiadi”