E’ tutto pronto per l’abbraccio collettivo da record, che sabato 7 maggio vedrà 500 persone avvolgere le mura della città di Lucca.

LuccaAbbracciaLucca, realizzato dal Comune di Lucca in collaborazione con MAI – Master Musica Applicata all’Immagine dell’Istituto Superiore di Studi Musicali Boccherini e l’Azienda USL Toscana nord ovest, sarà un ritorno all’altro e alla condivisione dopo lunghi mesi di isolamento e separazione dovuti alla pandemia, attraverso una performance artistica collettiva, dove protagonisti saranno cittadini e associazioni.

Cosa succederà sabato 7 maggio. L’installazione consisterà in una proiezione dinamica e sincronizzata delle ombre delle persone tramite l’utilizzo dei fari presenti sugli spalti per l’illuminazione della cinta intorno a tutto l’anello delle mura. L’intento principale è quello di creare tramite le ombre un abbraccio collettivo alla città. Ogni partecipante dovrà presentarsi alle 21.00 al proprio settore (in tutto sono 19) e dopo aver registrato la propria iscrizione e aver ricevuto la maglietta-omaggio dell’evento, si posizionerà dietro un faro dell’illuminazione delle mura e si collegherà con dispositivi cellulari personali con cuffie a Radio 2000 Streaming Radio. Alle 21.30 inizierà l’installazione tramite trasmissione radiofonica del brano musicale di Deborah Scotto, della durata di 5 minuti: la coreografa prevede un mix di movimenti obbligati e movimenti liberi.

Durante il flashmob saranno effettuate riprese con un drone. Per poter assistere da spettatori alla performance, la posizione migliore è quella sugli spalti delle mura: si raccomanda in particolare di non sostare lungo la circonvallazione per non creare disagi alla circolazione.

Per avere tutte le informazioni di dettaglio è possibile scrivere a [email protected] o consultare la pagina https://www.facebook.com/LAL2022 o telefonare ai numeri: 3665841152 e 3490872301.

(Visitato 55 volte, 1 visite oggi)

Il 13-14-15 maggio torna a colorare la città “Pescatori di porte”, colori e dipinti sulle porte dei magazzini del porto

Pietrasanta, a giugno torna il “Festival organistico internazionale”