La piscina comunale di Massarosa può diventare un punto di riferimento a livello nazionale per le attività della Federazione Italiana Nuoto Paralimpico. A confermarlo gli stessi vertici nazionali della FINP presenti a Massarosa per incontrare l’Amministrazione Comunale a seguito del progetto presentato per accedere alle risorse PNRR per lo sport e l’inclusione.

Presenti Roberto Valori, presidente Federazione Italiana Nuoto Paralimpico, Fabrizio Daffini segretario generale ed Eleonora Bologna, delegata regionale FINP, accompagnati da Franco Bonciani, presidente di Aquatica, ed accolti dalla Sindaca Simona Barsotti, dal vice sindaco ed assessore alla ricerca fondi Damasco Rosi e dall’assessore allo sport e ai lavori pubblici Lucio Lucchesi.

“Il sostegno di una federazione nazionale non era scontato dato che ogni federazione poteva sostenere un solo progetto in tutta Italia – commenta la Sindaca Simona Barsotti – questo dimostra che Massarosa può dire la sua ed è pronta per ripartire e tornare a giocare un ruolo da protagonista su tanti fronti”.

“Si sono congratulati per il progetto – spiega il vice sindaco e assessore alla ricerca fondi Damasco Rosi – un progetto che la FINP ha scelto, unico in Italia, e sostenuto in fase di presentazione proprio per le sue caratteristiche. Adesso attendiamo la risposta del Ministero per poi vedere, si spera, realizzato quello che a tutti gli effetti sarebbe un passaggio storico per lo sport, e non solo, a Massarosa”.

“Massarosa potrà essere all’avanguardia a livello nazionale per le discipline del nuoto paralimpico – commenta l’assessore allo sport Lucio Lucchesi – e candidarsi anche ad ospitare manifestazioni sportive di altissimo livello. L’incontro con la delegazione della FINP è stata l’occasione per confermare la condivisione di obiettivi e progettualità davvero importanti per il nostro territorio”. 

L’intervento di rigenerazione del valore complessivo superiore a 3 milioni e 700 mila euro, prevede nello specifico la ristrutturazione e l’ampliamento degli spazi e delle opportunità per arrivare ad avere un impianto sportivo completamente agibile e fruibile anche dalle persone con disabilità, attraverso opere di manutenzione straordinaria ed abbattimento delle barriere architettoniche (aumento delle corsie per garantire corsie dedicate ai diversamente abili, allargamento dei servizi igienici resi accessibili anche con disabilità, una nuova pavimentazione e nuovi infissi, un ascensore per rendere fruibili anche le tribune ed un nuovo impianto fotovoltaico per rendere la piscina sempre più efficiente anche dal punto di vista energetico, ampliamento dei locali spogliatoi, parcheggi esterni per persone con disabilità, un “percorso salute” ovvero una palestra all’aperto, una piscina ad uso riabilitativo e terapico).

(Visitato 39 volte, 1 visite oggi)

INIZIATIVA PER LA GIORNATA INTERNAZIONALE CONTRO LA OMOBILESBOTRANSFOBIA

Massarosa, opportunità per l’imprenditoria giovanile nell’agricoltura