La panchina rientra nel progetto ‘Panchine europee in ogni città’ e sarà dedicata a David Sassoli,  già presidente del Parlamento Europeo. L’inaugurazione si terrà domenica 22 maggio alle ore  10:30 a Camaiore, presso il parco “Papa Giovanni XXIII” (Via Guglielmo Oberdan 28).  Nell’occasione, verrà apposta sulla panchina anche la targa in ricordo di David Sassoli, alla  presenza del Sindaco e del Vicesindaco del Comune di Camaiore, dell’Onorevole Simona Bonafè  e di Silvia Costa, Commissario straordinario del Governo per il recupero e la valorizzazione dell’ex  Carcere borbonico dell’isola di S.Stefano-Ventotene – David Sassoli. 

Perchè una panchina? 

Perché è un punto d’incontro e di aggregazione sociale. La panchina rappresenta, dunque, un  riferimento per il quartiere e per la comunità nella quotidianità. 

Perchè europea? 

Una panchina blu con dodici stelle gialle per portare i simboli dell’Unione Europea sul territorio, e  ribadire la cittadinanza europea, promuovendo senso civico e riflessione. Un semplice gesto in  grado di colpire cittadine e cittadini comuni, che normalmente non si interessano all’Europa e alla  politica europea. 

Perchè dedicata a David Sassoli? 

David Sassoli, ex Presidente del Parlamento Europeo, è stato una figura simbolo della  democrazia e della partecipazione attiva dei cittadini europei. La sua perdita rappresenta uno  stimolo a rinnovare i progetti, le battaglie e gli ideali che ha incarnato e portato avanti. Una  panchina europea a lui dedicata è un modo per tener viva la sua memoria. 

Non solo un simbolo 

I simboli sono importanti, ma da soli non bastano. David Sassoli pensava ad un nuovo progetto  di speranza per l’Unione che accomunasse “i nostri valori e la nostra civiltà, un progetto chiaro  per tutti gli europei e che ci permetta di unirci”. Le istituzioni europee non possono costruirsi ed  evolvere senza un popolo europeo che sia unito e che incarni i valori democratici della civiltà  europea. La panchina è un piccolo gesto per la costruzione di quel popolo europeo in cui lo stesso  David Sassoli credeva fermamente.

La storia del progetto 

Il progetto, promosso dalla Gioventù Federalista Europea, parte ad agosto 2021 dalla volontà di  alcuni ragazzi che, in seguito all’imbrattamento di una panchina europea realizzata a Lecco,  hanno deciso di aprire una raccolta fondi per ripristinare la panchina e diffondere il progetto in più  città possibili. Ad oggi sono state realizzate oltre 30 panchine in tutta Italia! Pesaro, Salerno, Fano,  Rimini, Ancona, Latina, Bellaria Igea Marina, Modena, Avellino, Trento e Firenze sono solo alcune  delle città che ospitano già una panchina europea. Per supportarne la diffusione è possibile  donare al seguente link: https://www.gofundme.com/f/europiamo-le-panchine-ditalia.  

Per informazioni su come aderire al progetto, è attiva la mail: [email protected]  Le associazioni promotrici della panchina europea a Camaiore 

GFE – Gioventù Federalista Europea 

La GFE nasce nel 1951 come organizzazione giovanile legata al Movimento Federalista Europeo  fondato nel 1943 da Altiero Spinelli. Il suo scopo è quello di creare il consenso necessario, nelle  Istituzioni, nella società civile e nell’opinione pubblica, per la creazione di una Europa Federale  basata sui principi di democrazia, solidarietà, sussidiarietà e dello Stato di Diritto e dotata di  Istituzioni comuni che possano esercitare una vera sovranità transnazionale all’interno dei confini  europei. Quella della GFE è un’attività politica autonoma e indipendente che si differenzia  radicalmente dai tradizionali modelli partitici o dei gruppi di pressioni. L’idea di federalismo della  GFE è sinonimo di democrazia, solidarietà e pace tra i popoli. Per questo la Federazione europea  è vista solo come un primo e imprescindibile passo verso l’unione di tutti i popoli del mondo. 

Federazione delle Case D’Europa in Italia – Casa Europa Viareggio 

Casa Europa Viareggio nasce da un accordo quadro sottoscritto dal Movimento Europeo Italia e  dal Comune di Viareggio; è inoltre integrata nell’accordo quadro siglato dalla Presidenza della  Regione Toscana con il Movimento Europeo Italia. Casa Europa si propone di diffondere  attraverso attività di informazione e di comunicazione nel più vasto strato dell’opinione pubblica  locale e non, e in primo luogo tra le giovani generazioni, la cultura europea e la consapevolezza  che il processo di sviluppo europeo, con la creazione di una comunità dei popoli d’Europa,  rispettosa delle autonomie locali e regionali e della diversità culturale dei popoli europei, sia  indispensabile alla prosperità e al miglioramento della qualità della vita del nostro continente e  con esso dei cittadini italiani. Con questo spirito promuove anche una “Rete delle Case d’Europa  in Italia” organizzate sotto forma di Federazione e collegate al Movimento Europeo in Italia e al  Movimento Europeo Internazionale

YES – Young European Society  

YES è un’associazione europeista, apartitica con l’obiettivo di diffondere i valori dell’Unione  Europea, sensibilizzare i giovani e incentivarne l’impegno civico. Il progetto nasce in una cittadina  della provincia di Pistoia, a Febbraio 2019, da un gruppo di 4 amici seduti in un bar. I ragazzi  sognano un’Europa più coesa, gli “stati uniti d’Europa”, composta di giovani consapevoli, coinvolti,  in cui vigono fratellanza e condivisione, innovazione ed ambientalismo. Sono questi i valori cari  al gruppo di ragazzi che è andato estendendosi in tutta la Toscana, poi in Italia, fino a colorare la  città cuore della politica europea, culla delle istituzioni europee: Bruxelles. L’associazione si  ritrova periodicamente online e in presenza per la continua formulazione e realizzazione di nuovi  idee e progetti, pronti a promuovere e far conoscere l’Europa, la sua storia e le basi per il suo  futuro, per un futuro migliore.  

Volt 

Volt Italia nasce come associazione politico-culturale aderente a Volt Europa, il movimento  paneuropeo, pragmatico e progressista diffuso in 30 Paesi. L’obiettivo di Volt è lavorare per  un’Europa unita e federale, dove tuttз abbiano le stesse possibilità di realizzare il proprio  potenziale. Unendo le forze da ogni parte del continente, matrice sociale ed esperienza politica,  Volt promuove la creazione di un verso spazio pubblico europeo, un dibattito senza confini che,  valorizzando le diversità, si ponga le domande necessarie ed elabori proposte concrete per  affrontare insieme le sfide paneuropee. Volt si batte per una riforma dell’UE in grado di costruire  una vera democrazia europea, trasparente e responsabile, in cui i cittadini e le cittadine  riacquistino fiducia nelle istituzioni, nella politica e nel progetto europeo.  

One Hour for Europe  

One Hour for Europe è una rete di volontari paneuropea nata durante la promozione delle elezioni  europee nel maggio 2019. L’associazione si occupa di dedicare un “ora di dialogo sull’europa”,  attraverso attività per la condivisione dei valori e ideali europei. Gli obiettivi di One Hour for Europe  sono mantenere un dialogo continuo tra pari e istituzioni, sponsorizzare attività per coinvolgere i  cittadini in iniziative e azioni volte alla partecipazione comunitaria tipica della visione Europea.  L’idea di One Hour for Europe è quella di fare leva su un’ “intelligenza collettiva” che accoglie  persone di ogni tipo di provenienza e formazione, dove la diversità è il motore del miglioramento  e dello sviluppo.

(Visitato 34 volte, 1 visite oggi)

Arriva a Camaiore la prima edizione del “Festival del Gusto” il 21 e 22 maggio, piatti tipici e buona cucina protagonisti

Cucina, moda e risate: un successo il primo Festival del Gusto a Camaiore