Mangusta Yachts, lo scorso 21 maggio, è stata la protagonista a Londra ai World Superyacht Awards  2022, uno tra i più importanti riconoscimenti del settore organizzati dal magazine internazionale  Boat International. Una giuria di Armatori di grande esperienza premia le imbarcazioni che si sono  distinte nel corso dell’anno precedente per caratteristiche tecniche e di stile, oltre che per la qualità costruttiva, e Mangusta Oceano 50 Alisa e il Mangusta 104 REV Offline si sono  meritatamente aggiudicate la prestigiosa statuetta di Nettuno.  

Il Mangusta Oceano 50 Alisa, una nave dislocante in acciaio e alluminio di 50 metri costruita presso  i cantieri Overmarine di Pisa, ha trionfato nella categoria “Displacement Motor Yachts 499GT and  Below, 45m and Above”.  

L’attenzione della giuria si è concentrata soprattutto su elementi tecnici e costruttivi dando  conferma dell’eccellente collaborazione fra l’Ufficio Engineering del Cantiere, l’Ingegner Ausonio di  P.L.A.N.A. Design che ne ha curato l’architettura navale, e il Designer Alberto Mancini. La linea  Mangusta Oceano è stata concepita per poter offrire all’Armatore un’esclusiva esperienza di bordo  qualunque sia la destinazione che voglia raggiungere, per vivere il mare da nuove prospettive con  stile ed eleganza in assoluto comfort. 

Nella motivazione dei giudici si condensano passione e dedizione che guidano tutta Overmarine  Group. 

“Questo è lo yacht su cui i giudici hanno dichiarato che vorrebbero trascorrere le loro vacanze.  Oltre ad essere stato costruito con standard qualitativi eccellenti, offre un layout flessibile ed  ambienti estremamente spaziosi e pratici, sia esterni che interni. L’ampio sundeck è allestito per  vivere al massimo il lifestyle di bordo, in cui si trova una piscina jacuzzi con effetto infinity, un’area  bar, confortevoli divani e lettini prendisole e tavolo dining. 

Particolarmente apprezzata anche la zona di prua che offre 2 possibilità di utilizzo: il ponte ha un  ampio divano a U ed è allestito con 4 grandi poltrone loose; quando all’ancora, una volta varato il  tender, la vasca che lo contiene può essere riempita di acqua per ottenere una vera e propria  piscina da 6.5 metri x 2.6 metri di larghezza, dotata di un sistema che permette il nuoto  controcorrente. Inoltre, la zona garage spostata a prua ha permesso di dare forma ad un enorme  beach di 68 mq/732 sq/ft, con 2 terrazze apribili laterali, che offre un eccellente contatto diretto con il mare. La luce è protagonista e permea anche dai 4 skylight collegati con il ponte main superiore”

(Visitato 159 volte, 1 visite oggi)

Effebi ha consegnato il primo intercettore della storia alla Guardia di finanza

Basta alla lavoratrice “produci, consuma, crepa”, bisogna che risalti l’identità femminile sul posto di lavoro a prescindere dall’età