Il Ministro del Lavoro ha parlato a “Gli Incontri del Principe” a Viareggio.

Estrema chiarezza da parte di tutte le forze politiche perché si arrivi a una svolta positiva nella crisi e il Governo Draghi possa proseguire il suo percorso anche perché i temi sul tappeto sono tanti e delicati anche sul fronte del lavoro e del sociale. Staccare la spina al Governo significa anche non dare risposte agli italiani sul salario.

Il Ministro del Lavoro Andrea Orlando è netto nella richiesta di risposte certe per il Governo di cui fa parte. Lo fa partecipando a “Gli Incontri del Principe” organizzati dal Grand Hotel Principe di Piemonte a Viareggio e sottoponendosi alle domande dell’inviato de Il Giornale Stefano Zurlo. All’incontro ha partecipato anche il Presidente Assosomm Rosario Rasizza. 

“Il Pd – dice Orlando – ha assunto sempre una posizione chiara, auspichiamo che in queste ore tutti facciano altrettanto e ci siano le condizioni per proseguire l’attività dell’esecutivo. Ogni forza politica che fa parte del Governo deve andare nella stessa direzione”. E per evidenziare ancor di più questo auspicio Orlando sottolinea che “in queste ore sono emerse precise istanze in questo senso dal Paese e sono da me condivise”. E l’esigenza che il Governo possa andare avanti in modo più incisivo e senza più intoppi si evidenzia anche nelle materie di competenza del Ministro. “Una delle ragioni per cui è necessario andare avanti con un’azione sempre più determinata – dice Orlando – è che si è aperto un tavolo che affronta i temi dell’agenda sociale. Interrompere questo percorso significherebbe sprecare un’occasione per dare risposta a temi cruciali come quello dell’andamento salariale degli italiani”.

Nel dibattito sul palco è intervenuto anche Rosario Rasizza: “Come Presidente di Assosomm desidero ringraziare il Ministro del Lavoro, Andrea Orlando, per questa preziosa occasione di dibattito. Le Agenzie per il Lavoro, in quanto soggetti autorizzati a operare per lo sviluppo del mercato del lavoro dallo stesso Ministero, sono pronte a collaborare per una riforma che crei occupazione in modo legale e inclusivo. Aggiungo infine che auspico che il dialogo possa diventare una costante, al fine di mettere a fattor comune la nostra ventennale esperienza al fianco di imprese e lavoratori”. 

(Visitato 48 volte, 1 visite oggi)

A Massarosa torna il Cinema Sotto le Stelle

Il Sindaco di Stazzema sul Bilancio del Parco Regionale Alpi Apuane: “Un bilancio vuoto: si perdono delle opportunità che non torneranno”