Undici anni di vita, di grandi crisi, di grande emergenza. Ma anche un amarcord di una Versilia ruggente rimasta nel mito. Enrico Vanzina, regista di tanti film di successo presenta il suo libro Diario diurno (edito da Harper & Collins) al penultimo appuntamento di Parliamone in Villa, in programma sabato 30 luglio alle 18.00 nel Giardino dei lecci di Villa Bertelli a Forte dei Marmi. Tutti gli incontri della rassegna (che sono a ingresso libero) vengono condotti dal giornalista Enrico Salvadori. Le musiche al pianoforte sono di Andrea Caciolli.

Nella storia della letteratura il diario occupa un posto speciale. Sono diari, in fondo, le Confessioni di Sant’Agostino e i Saggi di Montaigne, due dei libri più letti e amati di sempre.

E venendo a tempi più recenti il Diario dei fratelli Goncourt un testo imprescindibile per comprendere la grande Francia ottocentesca. Oppure il Diario notturno di Ennio Flaiano, libro meraviglioso che illumina il nostro dopoguerra e gli anni del boom.

Proprio da Flaiano, che ha conosciuto personalmente quando era bambino, parte Enrico Vanzina per questo suo, affascinante, Diario diurno. Un diario adulto, iniziato da unuomo di 62 anni, che non ne aveva mai tenutouno. Un diario che racconta undici anni, racchiusida due grandi crisi sociali, quella economicadel 2011 e quella che stiamo ancoravivendo ed è legata alla pandemia. E in mezzo:la vita, le gioie, i dolori, gli attimi, solo inapparenza insignificanti, ma in realtà decisivi. E ancora,la politica, i libri, naturalmente il cinema,gli amici che si ritrovano o se ne vanno,gli incontri casuali, le strade prese o perse.Perché un diario, se scritto da un grandeautore, è molto di più del mero succedersi degliaccadimenti, pubblici e privati che siano,è un’opera letteraria che sa far commuovere,sorridere, riflettere, rivelando verità spessonascoste sul cuore umano.

Diario diurno, ora ironico, ora malinconico, ora spensierato, ora meditativo, e sempre lucido, è un meraviglioso racconto degli ultimi undici anni, una testimonianza fondamentale per capire, attraverso uno sguardo unico e originale, l’Italia di oggi, messa in scena con una leggerezza e una profondità implacabili da uno dei nostri più noti autori.

Con Enrico Vanzina si parlerà anche della sua attività di regista e dei tanti film realizzati tra i quali Sapore di mare girato proprio in Versilia. Enrico Vanzina, figlio del grande regista Steno, uno dei fondatori della commedia italiana.

Nel 1976 ha iniziato a scrivere sceneggiature e da allora ha collaborato con i maggiori esponenti del nostro cinema. Nel corso degli ultimi quarant’anni ha firmato, insieme al fratello Carlo, alcuni dei più grandi successi al botteghino italiano. Ha realizzato anche moltissime fiction televisive. Ha vinto il Nastro d’argento, la Grolla d’oro, il Premio De Sica e il Premio Flaiano. Ma il cinema e la tv non sono la sua unica occupazione. Ha collaborato con il Corriere della Sera e scrive come editorialista su Il Messaggero

Gli incontri di Parliamone in Villa 2022 vengono ripresi da Noi Tv, che li propone in prima serata il mercoledì e il venerdì alle 21.15

Radio Bruno Toscana radio partner della manifestazione.

(Visitato 58 volte, 1 visite oggi)

Omar Bresciani in “Voglio vivere così”, giovedì 4 agosto 2022

“Insieme…in concerto”, le Filarmoniche di Capezzano Monte e “S.Cecilia” in una serie di concerti estivi