Cascate della Valle del Serra è il titolo della nuova brochure realizzata dal Comune per informare sui punti di interesse naturalistico nella Valle del Serra e su monumenti e servizi utili di Seravezza.

Il materiale informativo consentirà ai turisti di avere a portata di mano, in una agilissima brochure, le informazioni essenziali per conoscere la Valle del Serra e il centro seravezzino.

Nella copertina appare una bella immagine del Pozzo della Madonna, cui segue la descrizione: “Siete nella Valle del Serra, nel Comune di Seravezza. Questo piccolo paradiso versiliese offre la possibilità di passare una giornata diversa godendo di aria pura. È piacevole vedere le piscine naturali e le cascate disseminate per quasi tutta la lunghezza del Fiume Serra, costeggiato da via Monte Altissimo, l’antica via di Michelangelo dove un tempo gli uomini trasportavano il marmo dalla cava verso il mare. Le località dove è possibile vivere questa esperienza sono cinque: Desiata, Fosso del Monte, Fosso del Rimone, Cappello (Pozzo della Madonna) e le Ruote”.

I punti di interesse sono evidenziati sulla cartina della valle dove, in modo efficace, vengono localizzate le aree parcheggio di Via Ceragiola (proprio all’inizio del paese, a destra del ponte del Pretale) e di Palazzo Mediceo, entrambi a sosta gratuita, piazza Carducci da cui parte la navetta gratuita, le due aree sosta a pagamento nella Valle del Serra, le fermate a Malbacco, Desiata, Pozzo della Madonna, Azzano e La Cappella, mete queste ultime due di corse straordinarie per consentire ai turisti di spingersi più in alto, alla scoperta di luoghi di indubbio interesse, da cui si gode della vista ravvicinata del monte Altissimo e del suggestivo panorama verso il mare. Le notizie sono ovviamente correlate da tutti gli orari delle corse della navetta, compresa l’avvertenza dell’obbligo di indossare a bordo la mascherina FFP2.

Per quanto riguarda i parcheggi nella valle del Serra, da sabato sarà attivo quello alla Desiata che avrà un costo di 2 euro all’ora, 5 euro per tre ore e 8 euro per l’intera giornata, mentre l’area sosta nell’ex cava IMP, a cura della Fondazione Terre Medicee, avrà una tariffa giornaliera di 5 euro.

“La nuova brochure è uno strumento che consente di potenziare, a livello informativo, la valorizzazione della valle del Serra – spiega il vice sindaco Adamo Bernardi, coordinatore delle azioni per il rilancio e la tutela della zona – offrendo notizie utili anche per la visita dei luoghi di interesse del paese, perché i turisti interessati a raggiungere i sentieri e le aree del fiume non creino un flusso mordi e fuggi ma abbiano modo di fermarsi e conoscere Seravezza, con evidenti benefici anche per le attività che vi operano”.

Una parte della brochure, infatti, riporta una dettagliata cartina nella quale si possono individuare i paesi della montagna seravezzina come Riomagno, Malbacco e poi Giustagnana, Minazzana, Basati, Fabbiano, Azzano, sino a Cerreta Sant’Antonio e Ruosina.

Quindi il centro di Seravezza con l’individuazione dei monumenti e punti di interesse: il duomo dei Santi Lorenzo e Barbara, Palazzo Rossetti, L’Apuano il monumento ai caduti di piazza Carducci, la fontana dei Puttini, Palazzo Santini, la Chiesina del Carmine, l’oratorio di sant’Antonio in Torcicoda, la chiesa della Santissima Annunziata con l’oratorio di Sant’Ansano, il Parco della Rimembranza, la casa natale di Cecco Frate, ovvero Francesco Donati, il Puntone alla confluenza del Serra e Vezza con la fontana dei fiumi e il monumento a Enrico Pea, la villa Henraux, Palazzo Mediceo e la biblioteca comunale “Sirio Giannini”, il cinema teatro Scuderie Granducali.

Presenti anche i servizi utili come farmacia, banca, primo soccorso, Pro loco, municipio, fermata autobus e quanto può essere necessario.

“Uno strumento utile che permette di far conoscere e quindi vivere il nostro territorio nelle sue tante potenzialità – commenta Tessa Nardini, consigliere delegato al turismo -, sono particolarmente soddisfatta di questo ulteriore passo per una promozione a tutto tondo del territorio. Una direzione su cui proseguire, per una progressiva valorizzazione di ogni angolo del nostro comune”.

(Visitato 214 volte, 1 visite oggi)

“Insieme…in concerto”, le Filarmoniche di Capezzano Monte e “S.Cecilia” in una serie di concerti estivi

Mario Santagostini vince il 66° Premio Carducci