Se la musica col suo linguaggio universale ha da sempre la capacità di abbattere le barriere, la 16ma edizione di Pietrasanta in Concerto è senza dubbio per volere del suo ideatore Michael Guttman un forte messaggero di pace e di unione nel segno della più alta eccellenza artistica.

Così sarà in particolare per il concerto, il nono della rassegna, in programma sabato 30 luglio ( ore 21.30 ) nel Chiostro di Sant’Agostino : protagonisti la formidabile coppia sul palco e nella vita di violinisti di fama internazionale, Pavel Vernikov, ucraino di Odessa e Svetlana Makarova, moscovita, insieme al grande pianista ucraino Alexej Botvinov presidente e direttore artistico del prestigioso “Odessa Classic”, che porteranno l’anima più nobile di questa grande città dell’Ucraina a Pietrasanta, accompagnati anche dalla Brussels Chamber Orchestra.

Alexej Botvinov 

All’Ucraina sono particolarmente legato – spiega Michael Guttman – sia per una parte delle mie radici familiari, sia per motivi artistici come ospite stabile di Odessa Classics. L’invasione russa è stata ovviamente un fatto sconvolgente. Come festival di musica classica, abbiamo sempre invitato artisti Ucraini e Russi e continueremo ad invitare musicisti provenienti da qualsiasi paese che sostenga i valori dei diritti umani e della pace: tra questi vi sono ovviamente anche musicisti russi che rigettano la propaganda e soffrono per le scelte del loro governo. Con questo concerto, vogliamo dare un messaggio di pace, di unione tra i popoli, nel segno della musica e dell’arte”.

Pavel Vernikov e Svetlana Makarova si sono conosciuti a Mosca e innamorati a Fiesole, dove lui ha insegnato e vissuto per tanti anni, prima di trasferirsi in Svizzera. Vernikov è considerato uno dei violinisti più virtuosi viventi, ha suonato e insegnato in tutto il mondo. Svetlana Makarova ha cominciato a suonare il violino quando aveva 5 anni e a dieci anni aveva già vinto il prestigioso concorso Cˇajkovskij. Non si contano i premi, le accademie prestigiose in cui insegnano, i teatri e i festival che se li contendono. La guerra è ovviamente entrata prepotentemente nelle loro vite: Svetlana Makarova porta il peso di essere parte di un popolo che ha sferrato un terribile attacco, mentre Pavel Vernikov deve convivere con la sofferenza per il suo Paese nativo, che deve resistere alle atrocità delle milizie russe, ma vanno avanti più uniti che mai.

Svetlana Makarova

Ci sono musicisti ucraini e russi – hanno dichiarato in una recente intervista – che non riescono a sfogare il dolore attraverso la loro arte, ci sono famiglie che per colpa della guerra si sono sfasciate o sono state obbligate a separarsi. Noi invece andiamo avanti, uniti più che mai, soprattutto grazie al piccolo Daniel che scalda i nostri cuori”. Svetlana Marakova aggiunge: “Cerchiamo di fare tutto ciò che possiamo. Non solo attraverso la nostra musica. Raccogliamo medicinali per gli ospedali in Ucraina, cerchiamo di inserire bambini che stanno arrivando in scuole di musica, trovare borse di studio, insegnanti. Stiamo creando un’associazione per aiutare artisti, musicisti, professori scappati dall’Ucraina e nel frattempo suoniamo con i nostri violini per omaggiare il popolo ucraino e chiedere che torni la pace”.

Con loro ci sarà anche il rinomato pianista ucraino Aleksej Botvinov è uno dei più grandi interpreti a livello mondiale della musica di Rachmaninov, che si è esibito in oltre 45 stati ed è l’unico pianista ad aver eseguito più di trecento volte dal vivo le “Variazioni Goldberg” di Bach.

I solisti saranno accompagnati dagli eccellenti musicisti della Brussels Chamber Orchestra e a Pietrasanta in Concerto proporranno un programma musicale ricco e articolato:

Concerto per Pianoforte BWV 1052 in Re Minore  di Bach , Fantasia “Odessa” per due violini e orchestra di Pushkarev , “Post Scriptum” in memoria di Giya Kancheli di Bardanashvili e ” La vie est belle” suitę per due violini su celebri canzoni francesi di Brenner.

Il Festival “Pietrasanta in Concerto”, promosso e organizzato dall’Associazione Musica Viva in collaborazione con il Comune di Pietrasanta e con il supporto organizzativo della Fondazione Versiliana, proseguirà fino al 31 luglio.

I biglietti sono in vendita presso la biglietteria della Versiliana ( viale Morin, 16 – aperta con orario 10.00- 13.00/ 17.00 – 22.00 – tel. 05824- 265757 ), online e nei punti vendita del circuito Ticketone.

Sono in vendita anche presso la biglietteria del Teatro Comunale di Pietrasanta nei giorni di concerto (con orario 17.00- 22.00 tel. 0584-795511).

(Visitato 28 volte, 1 visite oggi)

Premio Viareggio – Rèpaci 2022, grande attesa per l’annuncio del vincitore della sezione narrativa

“BOOM! La moda italiana” Aperta a Villa Bertelli la mostra che celebra le origini del Made in Italy