Francesco Mauro, assessore alle deleghe all’ecologia e alla transizione ecologica, ai trasporti urbani ed extraurbani, alla mobilità lenta e all’istruzione, lascia l’incarico. La versione ufficiale rilasciata dallo stesso Mauro racconta di “Impegni personali e professionali che non gli avrebbero consentito di svolgere al meglio il proprio incarico di Assessore. Versione assecondata anche da Sinistra Comune che ha tessuto le lodi dell’ex assessore evidenziando il senso di responsabilità di un gesto che non tutti sono disponibili a fare.

Ma se la storia non fosse questa?

D’accordo… impegni lavorativi e familiari, ma da diverso tempo si ventilava questa fuoriuscita.
Francesco Mauro, ingegnere di 49 anni, dopo essere stato indicato come candidato a Sindaco per il Partito Democratico nel 2019 e come possibile candidato anche nel 2021, era stato relegato come quota civica nelle liste di Sinistra Comune.
Persona vicina alla gente e poco assoggettabile alla politica di palazzo e alle logiche di partito, era ormai visto come una figura indigesta dai suoi stessi compagni di viaggio – proprio perché civico – che in alcuni casi contestavano la sua libertà di pensiero.
Sufficientemente utile per far ottenere a Sinistra Comune il secondo consigliere, proprio per le sue caratteristiche, paga il fatto di non essere fino in fondo allineato con il partito che ha finito per porre sull’assessore – secondo fonti ben informate – una questione politica.

Si sprecano ora le lacrime di coccodrillo e gli elogi da parte di una Sindaco che non è stata in grado di difendere un suo uomo e le scelte fatte 10 mesi fa e di un’amministrazione che a poco meno di un anno dal suo insediamento perde il suo primo pezzo con un “suicidio (politicamente) assistito” finendo per spostare – in linea con gli accordi nazionali fa Letta e Fratoianni – il suo baricentro sempre più a sinistra.

(Visitato 1.049 volte, 1 visite oggi)

Calenda e Renzi agli Incontri del Principe

Etichette false su confezioni di Telline surgelate, frodati imprenditori del settore