Le fiamme gialle di Viareggio hanno scoperto una stanza, all’interno di un bar di Pietrasanta, dove erano stati installati tre apparecchi videoterminali non a norma: personal computer collegati alla rete internet e a due gettoniere/lettori banconote. Questi giochi online, che si trovavano in un locale dedicato, separati da quelli che permettevano giocate regolari, non rispettavano le caratteristiche previste dalla normativa per l’offerta di gioco, in quanto non connessi alla rete telematica autorizzata dall’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli e, per tale ragione, privi di sistema di controllo.

In particolare, i sistemi informatici individuati davano la possibilità di effettuare, dietro pagamento di denaro, giocate on line su siti privi di certificazione che sfuggivano, quindi, sia al prelievo erariale unico sulle somme giocate e sull’imposta unica delle scommesse, sia al controllo sulla regolarità delle giocate stesse. Nei confronti del titolare dell’attività commerciale la guardia di Finanza ha quindi elevato un verbale di contestazione e accertamento per la violazione dell’art. 110 c. 9 del T.U.L.P.S., che prevede una sanzione amministrativa pecuniaria da 5 a 50mila euro. Per ciascun apparecchio ed è stato, contestualmente, eseguito il sequestro amministrativo finalizzato alla confisca degli apparati informatici illegali. Oltre a quanto precede, le sanzioni irrogate prevedono la possibilità della chiusura dell’attività da 30 a 60 giorni, nonché la sospensione/revoca delle varie licenze.

(Visitato 1.188 volte, 31 visite oggi)
TAG:
Slider

ultimo aggiornamento: 24-11-2022


Maltempo: crollato muro a Pietrasanta, danneggiate due auto

Picchiato, poi travolto da un’auto. Grave 36enne