“Se l’Avvento è il tempo in cui rinvigorire la virtù cristiana della speranza, l’Avvento 2022 si presenta particolarmente sfidante, ma forse proprio per questo singolarmente fecondo. Scoprirci infatti poveri di fiducia e speranza ci può rendere più attenti all’annuncio di speranza e di pace che viene proposto nelle quattro settimane di avvicinamento al Natale e nelle celebrazioni della nascita di Gesù. Sono parole antiche e gesti ormai noti, ma capaci anche oggi di parlare al cuore”. Lo scrive l’arcivescovo di Lucca, monsignor Paolo Giulietti, nella lettera “imparare l’arte della pace, per sperare in un mondo nuovo” scritta per l’avvento, tempo liturgico che prende il via domani.

La lettera è stata pubblicata su www.diocesilucca e spiega che durante il tempo di Avvento, in ogni comunità parrocchiale di Lucca, la raccolta delle offerte andrà alla Caritas diocesana per sostenere le mense dei poveri presenti sul territorio. Inoltre, la Diocesi propone i”martedì della pace”, un approfondimento sul tema della pace, sia con incontri online di riflessione sia con incontri di preghiera in presenza. Il primo, martedì, sul canale youtube della diocesi, alle 21 interverrà il cardinal Gualtiero Bassetti, presidente emerito della Cei, sul tema “Papa Francesco, architetto di pace”. Nei prossimi incontri previste le presenze di Francesco Vignarca, coordinatore Rete Italiana Pace e Disarmo e Franco Vaccari, fondatore di “Rondine Cittadella della Pace”.

(Visitato 74 volte, 1 visite oggi)

Holden Edizioni installa davanti alla sua sede di Viareggio una panchina rossa contro la violenza di genere

Spostarsi per lavoro: cosa aspettarsi dalla città di Firenze