Sabato 17 dicembre a Villa Gori a Stiava alle ore 15:30 inaugurerà “Lehiahiah”, la mostra del noto fotografo Adolfo Favilla.

L’artista, livornese trapiantato a Viareggio, classe 1950 iniziò la propria carriera nel 1977. Fondamentale per la sua formazione fu l’incontro6 a New York con il suo maestro Candido Martinelli. Favilla si fece strada nel mondo della moda, lavorando per firme del calibro di Romeo Conte, Alberta Ferretti e Byblos, ma quando un giorno a Parigi vide la pubblicità di una ditta di cosmesi con il volto di una giovanissima Brooke Shields, rimase folgorato e decise di dedicarsi al beauty. 

Tanti i progetti che il fotografo ha portato avanti, con ispirazioni che vanno dall’arte e la mitologia classica, ai capolavori rinascimentali, sino ai lavori dei maestri delle belle arti contemporanei, ne è un esempio la rilettura della Venere di Botticelli che è stata scelta come immagine promozionale dell’evento. Una ventina di queste opere compongono “Lehiahiah”, l’esposizione che prende il nome dall’angelo custode dell’artista e che ha ricevuto il patrocinio del Comune di Massarosa e del Comitato di rappresentanza locale di Stiava. 

“Un appuntamento importante che mette al centro l’arte della fotografia portando un interprete di livello internazionale sul nostro territorio – commenta il consigliere delegato alla Cultura Adolfo Del Soldato – un ringraziamento al Comitato di Rappresentanza Locale che ha organizzato e sostenuto l’iniziativa”. 

La mostra resterà aperta tutti i giorni sino al 23 dicembre prossimo, quando le foto esposte saranno messe in vendita a scopo benefico.

(Visitato 38 volte, 1 visite oggi)

Comune di Massarosa aderisce alla petizione di Coldiretti contro il cibo sintetico

53° premio Puccini a Barbara Frittoli, premiazione il 22 dicembre