La Sindaca Simona Barsotti ha firmato l’ordinanza per regolamentare l’utilizzo di petardi, fuochi d’artificio e strumenti pirotecnici nel periodo che va dal 30 dicembre al 6 gennaio.

L’uso indisciplinato e non consapevole degli strumenti pirotecnici, sebbene legalmente venduti, detenuti e utilizzati, potrebbe infatti comportare effetti negativi per la quiete pubblica, la sicurezza, l’incolumità delle persone e degli animali da affezione e rischi per l’ambiente urbano inteso sia come l’insieme materiale dei beni pubblici e privati, sia come habitat naturale di convivenza uomo e natura.

Per questo viene vietato l’utilizzo di fuochi d’artificio, di ogni genere, nei luoghi di aggregazione o comunque in tutti quelli affollati e nelle aree a rischio di propagazione degli incendi, in prossimità di scuole di qualsiasi ordine e grado e in adiacenza a tali luoghi, in prossimità di corsi d’acqua di qualsiasi classificazione nonché lungo le sponde e le relative fasce di rispetto, al fine di evitare la dispersione dei materiali pirotecnici, in prossimità di strutture assistenziali, uffici ed edifici pubblici, giardini e parchi pubblici, impianti sportivi, zone militari, luoghi di culto o comunque nelle vicinanze di monumenti, edifici o aree a valenza storica, archeologica, architettonica o ambientale e in adiacenza a tali luoghi, in tutte le proprietà ricadenti nelle aree boscate o comunque rientranti nella definizione di cui all’art.2 della L.n.353/2000 e ss.mm.ii., nonché nelle zone protette, contigue o comunque rientranti sotto tutela del Parco di Migliarino San Rossore Massaciuccoli.


L’inosservanza delle disposizioni è punita con una sanzione amministrativa pecuniaria (da €. 25,00 a €. 500,00), fatta salva, ove il fatto assuma rilievo penale, la denuncia all’Autorità Giudiziaria. Le violazioni comportano il sequestro del materiale pirotecnico utilizzato.

Con l’occasione si consiglia di rispettare il divieto di uso dei botti, per tali intendendosi i dispositivi che hanno esclusivo o prevalente effetto di “colpo” o di rumore (salvo quelli legali, come disciplinati dal D. Lgs. 123/2015 e ss.mm.ii) e anche il divieto di uso di articoli pirotecnici/fuochi d’artificio che non riportino la marcatura di omologazione CE e che non rispettino le normative vigenti.

(Visitato 93 volte, 1 visite oggi)

Mostra del fotografo Adolfo Favilla a Villa Gori

A Villa Gori presentazione sull’emigrazione degli abitanti di Stiava