Una cena di gala unica nel suo genere, con un fantasioso menu di terra da gustarsi sulla spiaggia, con lo sfondo del mare e del pontile di Forte dei Marmi: lunedì sera si è celebrato Versilia Gourmet, l’evento cult della ristorazione versiliese giunto alla sua tredicesima edizione.


Oltre alla splendida cena, cui hanno partecipato i più celebri ristoratori della costa oltre a giornalisti nazionali del settore, si è presentata in anteprima la nuovissima edizione della Guida Ristoranti.
E, come da tradizione, il momento più emozionante si è poi vissuto con la coinvolgente consegna degli ‘oscar’ ai migliori professionisti della ristorazione.
Ma partiamo dall’inizio: mentre il sole si apprestava a tuffarsi nel mare, al Bagno Montecristo di Ponente si è consumato un aperitivo molto particolare, con una marea di creazioni finger food di chef Gaio Giannelli del Pozzo di Bugia che hanno accompagnato fiumi di bollicine di selezionate bottiglie di Franciacorta, servite in modo impeccabile dai sommelier Fisar Versilia.
Proprio la Franciacorta, prestigioso brand italiano che tutto il mondo ci invidia, è sbarcata di nuovo in Versilia per la consolidata partnership con questo celebre ‘festival della ristorazione’ fortemarmino che oramai gode di una fama e di una rilevanza di portata nazionale.


Il selezionato pubblico si è poi seduto ad una lunghissima e coreografica tavola di ben 50 metri, elegantemente posizionata sulla spiaggia, apprezzando un menu fortemente versiliese, rigorosamente di terra, pensato e realizzato da Gaio Giannelli, ‘lo chef con la polo’, che oltre al suo celebre ristorante di Querceta ha da quest’anno in gestione questo tipico bagno fortemarmino.
I suoi piatti, compreso la fantasia iniziale in aperitivo, hanno conquistato tutti, anche i più esigenti critici gastronomici presenti accorsi da tutta la penisola: da un monumentale riso bruno, realizzato magistralmente con gustosi fondi di cottura, fino al coreografico servizio dei cosciotti di vitella con la loro gustosissima salsa.
Al preparato e lanciatissimo pasticciere Aldo Gassani è stato affidato il compito di chiudere in dolcezza, e in perfetto Versilia-style, con una fragrante e golosa crostata ai frutti di bosco, con il servizio di deliziosi bomboloncini caldi e, a sorpresa, una squisita torta massese che rappresenta le proprie origini.
Un “piatto special guest”, di questo ricco percorso, è stato infine realizzato in onore del vincitore del Premio Eccellenza Italiana 2023, ovvero il celebrato chef e personaggio televisivo Igles Corelli, salito in Versilia per ritirare questo prestigioso riconoscimento e accolto da una fragorosa standing ovation da parte del pubblico.


Tra una portata e l’altra, Claudio Sottili ha condotto l’emozionante rito della consegna dei “Premi Versilia Gourmet – Franciacorta”, ovvero delle prestigiose e pregiate statuette in marmo bianco di Carrara, con i caratteristici coltello e forchetta che si rincorrono a spirale.
Il “Miglior Chef 2023” è andato a Maurizio Marsili, del bistrot Pesciolino Briaco di Viareggio, protagonista di una carriera professionale davvero esemplare.
Il “Migliore in Sala” è il giovane Cristian Pardini, che si dedica con professionalità al servizio del vino al ristorante La Dogana di Capezzano Pianore.
“Premio alla Carriera” all’ex ristoratore del glorioso Squalo Charlie, l’elegante Carlo Lemmetti. Infine, il più ambito “Premio Ristorante dell’Anno 2023” è stato consegnato alla famiglia del ristorante Gilda di Forte dei Marmi, un vero esempio di tenacia professionale e successo costante negli anni.
Il Gran Gala di Versilia Gourmet si è concluso poi con la consegna ai tavoli della quattordicesima edizione della guida ristoranti Versilia Gourmet 2023, in vendita da mercoledì in tutte le migliori edicole e librerie.
L’ideazione e l’organizzazione di questo importante evento culturale della gastronomia d’eccellenza sono di Gianluca Domenici e del suo staff di Penna Blu

(Visitato 2.496 volte, 1 visite oggi)

A Viareggio l’unione dei Roma club di tutta la Toscana

Incontro letterario sabato 15 luglio a Villa Paolina: “Blutrasparente”, romanzo di Erika Pucci tra dissacrazione del testo e teatro.