La fede e la musica, un soffice tappeto erboso che assorbe ogni rumore, l’equilibrio delle forme scultoree: è “Need”, la mostra dell’artista coreana Choi Yoon Sook inaugurata venerdì e che resterà in sala delle Grasce, a Pietrasanta, fino a domenica 6 agosto.

Un’anticamera e prosecuzione ideale del festival “Pietrasanta in Concerto” al quale l’artista si è richiamata con l’opera centrale, raffigurante un violino che, allo stesso modo di tutte le altre sculture in esposizione, è plasmato come una seduta, un invito alla fruibilità e all’accoglienza per gli spettatori. “Voglio ringraziare il Maestro Michael Guttman e Choi Yoon Sook – le parole del sindaco e assessore alla cultura, Alberto Stefano Giovannetti – per quest’ultima, bellissima iniziativa che hanno donato a Pietrasanta. Una collaborazione che racconta l’identità di questo territorio attraverso la maestria di due artisti che sono, l’uno, cittadino onorario, l’altra, una scultrice che, con bravura e gentilezza, ha conquistato il cuore della nostra comunità”.

Yoon Sook, infatti, è originaria di Chung Nam ma è arrivata nel 2002 in terra apuo-versiliese, per poi stabilire il suo luogo di vita e lavoro a Pietrasanta. Alle Grasce ha creato un percorso fatto di cadenze quasi naturali, come fossero eseguite secondo uno spartito musicale: l’armonia nelle forme e la spontanea alternanza tra spazi pieni e vuoti creano, così, una “sonorità” del tutto particolare, immediatamente avvertibile dagli osservatori.

La mostra, allestita con il patrocinio del Comune e in collaborazione con l’associazione culturale “Musica Viva” e la Marble Studio di Nicola Stagetti, sarà aperta tutti i giorni con ingresso libero e gratuito dalle 19,30 a mezzanotte.

(Visitato 135 volte, 1 visite oggi)

La carta solidale per 253 famiglie di Pietrasanta

Venerdì sera torna a riunirsi il Consiglio Comunale di Pietrasanta