“Se Pietrasanta, oggi, è quella culla d’arte e artigianalità che tutti, nel mondo, conoscono e apprezzano, è grazie all’amore di grandi personalità come Fernando Botero”: l’omaggio del sindaco, Alberto Stefano Giovannetti, all’artista colombiano scomparso oggi (venerdì 15 settembre) all’età di 91 anni e a poco più di 4 mesi dalla morte della moglie, Sophia Vari. “Si era innamorato di Pietrasanta – prosegue Giovannetti – e grazie a questa sua passione la nostra città è cresciuta, in cultura e prestigio: ha dato tantissimo alla nostra terra, alle botteghe artigiane e sono certo che il ricordo e la gratitudine di questa comunità resteranno, immutate e imperiture, negli anni a venire”.

Insignito della cittadinanza onoraria nel 2001, a Pietrasanta Botero visse con continuità dal 1983: non solo realizzò numerose opere nelle fonderie artistiche (Mariani, Versiliese, Del Chiaro, L’Arte, Da Prato, Tesconi, Navari) e nei laboratori (Cervietti, Giuseppe Giannoni, Roberta Giovannini, Scultori Associati) ma acquistò anche casa, sotto la Rocca, che per lui divenne un punto di ritrovo familiare. “Un grande dolore – ha aggiunto, commosso, Adolfo Agolini, titolare della Fonderia Mariani – perché Botero, oltre a essere un grande artista, per noi era soprattutto un grandissimo amico”.

Le sue abitudini erano ben conosciute in città: al mare in scooter rosso, l’aperitivo nei locali in piazza Duomo, la frequentazione dei ristoranti in centro storico. Poi le sue creazioni, delle quali ancora oggi Pietrasanta è disseminata: “Il suo ‘Guerriero’, in piazza Matteotti – ricorda il sindaco – è stata una delle prime donazioni fatte da un artista alla città: anche in questo, Botero è stato un pioniere”. Portano la sua firma anche i due grandi affreschi all’interno della Chiesa della Misericordia (1993) e i modelli in gesso donati al Museo dei Bozzetti (“Adamo”, “Donna con un ombrello” ed “Eva”); in occasione del suo 80° compleanno, nel 2012, in città fu allestita una grande mostra con oltre 70 opere esposte fra complesso di Sant’Agostino e piazza Duomo. Nel 2020, infine, Botero aveva donato un dipinto al Comune per l’asta benefica internazionale battuta con Sothesby’s a sostegno dell’ospedale Versilia, durante l’emergenza sanitaria.

Ai familiari dell’artista colombiano il più sincero cordoglio da parte di tutta l’amministrazione comunale di Pietrasanta.

(Visitato 256 volte, 1 visite oggi)

29° FESTIVAL LUCCAUTORI –  22° PREMIO RACCONTI NELLA RETE

“Tre ciotole” [Recensione libro]