17 mila euro a Massarosa per una scuola più inclusiva. Il Comune di Massarosa si è infatti aggiudicato il bando della Regione Toscana in materia di sviluppo sostenibile, cultura e turismo con un progetto per l’acquisto di nuovi arredi destinati agli studenti diversamente abili, in collaborazione con i due Istituti Comprensivi scolastici del territorio Massarosa 1 e Armando Sforzi. Sono arrivate le risorse messe a disposizione dal Consiglio Regionale al quale si aggiunge una parte coperta dela Comune, e possono quindi essere acquistati tavoli, librerie, tappeti, giochi ed arredi di vario tipo che abbiano la funzione di creare spazi accoglienti, biblioteche inclusive ed “angoli morbidi” per l’apprendimento a tutti i livelli e lo sviluppo senso-motorio e psico-relazionale.


“L’obiettivo – spiega l’assessore alla scuola Mario Navari – è migliorare sempre più l’offerta didattica per i nostri ragazzi e andare verso una scuola che sappia accogliere tutti e favorire l’integrazione e la socializzazione tra coetanei.”

“I diritti legati alla disabilità sono una priorità nell’agenda di questa amministrazione – sottolinea la consigliera delegata alla disabilità Michela Sargentini – lavoriamo a tutti i livelli e la scuola senza dubbio è un luogo importante dove l’inclusione deve essere centrale”

“È un grande risultato per il comune di Massarosa che si porta a casa un contributo importante per i nostri ragazzi – dichiara l’assessore alla ricerca fondi e pianificazione strategica Damasco Rosi – questo è stato possibile grazie ad un’attenta ricerca di bandi e a una puntuale progettazione che sappia rispondere sia alle esigenze del territorio sia alle linee di finanziamento messe in campo dai vari enti”.


“Non possiamo che essere soddisfatti – aggiunge la sindaca Simona Barsotti – la nostra attenzione ai diritti di tutti è da sempre massima ma quando si parla di bambini e ragazzi lo deve essere ancora di più, una scuola più inclusiva è una traguardo per tutti.”

(Visitato 42 volte, 1 visite oggi)

Bracconaggio in zona Parco, denunciati tre cacciatori

Una frana blocca un’auto, isolate alcune famiglie