Dopo aver annunciato i concerti di Jack Savoretti e di Ermal Meta, la Versiliana ufficializza anche la presenza di un’altra grandissima voce della canzone italiana per l’estate 2024.

Nel cartellone della 45° edizione del Festival promosso e organizzato dalla Fondazione Versiliana con la consulenza artistica di Massimo Martini, sarà infatti ospite il 23 agosto anche Fiorella Mannoia, straordinaria artista romana che proprio in questi giorni è in gara a Sanremo con il suo brano “Mariposa”.

Quello di Fiorella Mannoia è un ritorno attesissimo dopo alcuni anni di assenza dal palco della Versiliana, e quest’estate proporrà il suo “FIORELLA SINFONICA, Live con orchestra”, un nuovo progetto musicale che per la prima volta la vedrà affiancata da un’orchestra sinfonica in un importante anno di festa.

In un anno così speciale che vedrà Fiorella Mannoia spegnere 70 candeline, l’artista romana è pronta a festeggiare questo traguardo nella dimensione per lei più naturale, il palco.

Una nuova emozionante avventura per Fiorella Mannoia iniziata con il ritorno in gara sul palco dell’Ariston. L’artista partecipa al 74° Festival di Sanremo con il brano Mariposa, un vero manifesto per cantare l’orgoglio di essere donna che firma in prima persona insieme a Cheope e Carlo Di Francesco che sigla anche le musiche con Federica Abbate e Mattia Cerri. 

Fiorella Mannoia torna per la sesta volta in concorso a Sanremo, a sette anni di distanza dalla partecipazione con “Che sia benedetta”, seconda classificata nel 2017. La prima volta all’Ariston risale al 1981 quando si esibisce in gara con il brano “Caffè nero bollente”. La seconda è nel 1984 con “Come si cambia” che la consacra a tutti gli effetti come straordinaria interprete. Il 1987 è l’anno di “Quello che le donne non dicono”, brano scritto da Enrico Ruggeri, il primo tra i grandi cantautori a credere in lei inaugurando quel percorso musicale che da sempre la caratterizza, con cui vince il premio della critica che si aggiudica anche al Festival del 1988, grazie ad un altro incontro importante, quello con Ivano Fossati che scrive per lei “Le notti di maggio”. Mariposa è un vero e proprio manifesto di donne: Fiorella canta le voci di ognuna di loro, nel tempo, nella storia, nel sentimento e nel mistero, raccontandole nella loro libertà, forza, dolore, gioia, amore… Tutti gli opposti delle donne vivono con orgoglio in questa canzone e si uniscono tra i versi gridando insieme l’identità eterna e inviolabile di ciascuna.

I biglietti saranno disponibili in prevendita a partire dalle ore 16.00 di lunedì 12 febbraio, su www.ticketone.it. e saranno acquistabili anche presso la biglietteria del Teatro Comunale di Pietrasanta nei giorni e negli orari di apertura.

(Visitato 124 volte, 2 visite oggi)

200 ero a famiglia, confermato il bonus ‘prima infanzia’

Depuratore del Pollino: via libera ai lavori per il contenimento degli odori