“Le amministrazioni comunali, a partire da quella di Viareggio dovrebbero raccogliere l’allarme
lanciato da Confcommercio nazionale, sulla perdita di migliaia di attività commerciali solo nella
nostra regione, che abbassando per sempre le saracinesche modificano la fisionomia delle nostre
città”. Lo scrive in una nota la segreteria del Pd Viareggio.


“Il quadro che emerge dallo studio dell’Osservatorio sulla demografia di impresa nelle città italiane,
realizzato appunto da Confcommercio – spiega il Pd – delinea un calo che riguarda sia i centri storici sia le aree più periferiche delle nostre città, che perdura da anni ma che sembra aggravarsi ulteriormente. Pesa chiaramente la crisi dei consumi, con sempre più famiglie che incontrano difficoltà ad
arrivare alla fine del mese, con la latitanza del governo nazionale che ha scelto la strada di colpire
con politiche di classe la parte più povera del paese ed il mondo del lavoro, penalizzato
fortemente dall’inflazione e dalla mancanza di rinnovo della gran parte dei contratti. Anche a
Viareggio, girando per la città salta agli occhi il gran numero di attività commerciali sfitte da molto
tempo. Come recitava un vecchio slogan della Confesercenti, “se vive il commercio vivono le città”.
Un’affermazione che condividiamo perché molto vera: attività commerciali aperte vuole dire città
più vivibili, accoglienti e sicure. Meno negozi significa una città meno illuminata, maggior degrado,
meno servizi in particolare per la popolazione più fragile, come quella anziana, afferma Federica
Maineri della segreteria del PD Viareggino e responsabile attività produttive”.

Il Pd rivolge quindi un invito “Il nostro invito si rivolge” all’amministrazione comunale di Viareggio affinché si adoperi rapidamente per aprire un tavolo di confronto e di lavoro con le associazioni di categoria, e con tutti i soggetti interessati per combattere i fenomeni di desertificazione commerciale, per sostenere e valorizzare il commercio di vicinato, definire progetti di rigenerazione urbana anche
intercettando finanziamenti esistenti. Su questi presupposti sarebbe finalmente l’ora che il Sindaco si confrontasse seriamente anche con i commercianti del mercato di Piazza Cavour che ormai da troppo tempo chiedono certezze per le loro attività e per il futuro del cuore commerciale della nostra città, senza trovare risposta adeguata”.

(Visitato 47 volte, 1 visite oggi)

Forza Italia, incontro col sindaco di Lucca in vista delle elezioni a Capannori

Zucconi (Fdi), necessaria sede adeguata per la Questura di Lucca