Musica di provincia” è il quinto album di studio di esterina. 12 tracce, dieci canzoni e due strumentali che definiscono più precisamente il percorso di autonomia e indipendenza del gruppo di Massarosa.

Il 29 febbraio presso il teatro caffé Liberty di Viareggio Esterina presenta il suo ultimo lavoro

Interamente autoprodotto, “Musica di provincia” è fatto di canzoni scritte da un angolo della scena musicale italiana. Non un esilio, né tantomeno un luogo di emarginazione, ma un punto di vista sulle cose che la band rivendica come necessario per la complessità della biodiversità musicale italiana.

Gli esterina per questo disco hanno trasformato la loro piccola sala prove in uno studio di registrazione, in modo da avere un tempo lungo per la produzione dell’ultimo disco di Giovanni Bianchini che da batterista co-fondatore della band lascia il progetto, per tornare al suo uliveto.

Esterina musica di provincia

Questo lavoro sancisce, anche con la targa in terracotta murata sulla facciata della vecchia stalla, il carattere simbolico di questo luogo. Un posto di musica di campagna, isolato, marginale, già scenario di 9 indimenticabili concerti durante l’estate del 2020 (QUI il documentario che lo racconta), dove adesso è stato anche registrato il quinto capitolo della storia discografica di esterina, da molti considerata una delle voci più originali della musica indipendente italiana.

Il disco non prevede l’uscita di singoli perché di singoli non ce ne sono, ma se ne puoi ascoltare solo uno, il pezzo ritenuto più “facile” e per “iniziare” è Capolavori.

(Visitato 46 volte, 1 visite oggi)

“Pietrasanta in Concerto per San Martino”, domenica mattina Concerto aperitivo in occasione del Santo Patrono di Pietrasanta

Incognito in Versilia per l’unica data in Toscana