Numerose le attività che ha svolto e i ruoli di responsabilità che ha ricoperto nel corso della sua lunga attività per il Servizio sanitario nazionale, sia nell’ambito versiliese che in quello nazionale.

Il dottor Casolo si è laureato nel 1981 in Medicina e Chirurgia e si è specializzato in Cardiologia all’Università di Firenze, lavorando poi nella stessa città all’ospedale San Giovanni di Dio prima e a Careggi poi, prima di vincere il concorso per direttore di struttura complessa all’ospedale Versilia nel 2006. Qui ha introdotto l’impiego delle tecniche di diagnostica avanzata per lo studio del cuore, delle quali è stato pioniere a livello nazionale.  Ha ottenuto prestigiosi riconoscimenti nazionali ed internazionali. E’ stato, tra l’altro, consigliere nazionale e più volte presidente regionale dell’Associazione dei cardiologi ospedalieri (ANMCO). Ha svolto un’intensa attività scientifica, testimoniata da numerose pubblicazioni e culminata nel 2017 con una relazione, su invito, al Congresso annuale dell’American College of Cardiology  di Washington. In virtù delle sue competenze cliniche, nel 2018 l’Asl gli ha conferito l’incarico di coordinamento delle cure per lo scompenso cardiaco.

“Nel salutare la popolazione alla quale con l’equipe della nostra Cardiologia abbiamo destinato il massimo delle energie e delle conoscenze – evidenzia Casolo – mi preme ringraziare prima di tutto i medici, gli infermieri (in particolate la caposala Stefania Lencioni) e gli operatori socio sanitari che, tutti insieme, hanno fatto squadra con me. Senza di loro non avremmo potuto ottenere i molti risultati clinici eccellenti testimoniati ormai da molti anni dagli indicatori degli esiti clinici in Italia e in regione Toscana. La Cardiologia del Versilia è ora ben conosciuta a livello nazionale ed anche internazionale per la qualità delle cure e del lavoro all’avanguardia che ci ha sempre caratterizzato. Grazie al supporto dell’Azienda e delle sue figure apicali abbiamo ricevuto supporto e strumenti adeguati per svolgere al meglio il nostro lavoro. Devo quindi un sincero ringraziamento alla Direzione aziendale, al Dipartimento, alla Direzione sanitaria. Un grazie ai molti colleghi delle altre unità operative, della Farmacia, delle Tecnologie sanitarie e informatiche e a tutti coloro che negli anni mi hanno supportato con lealtà e fiducia. Infine, un doveroso ringraziamento ai colleghi medici di famiglia, che con noi hanno stretto una forte collaborazione, unico vero strumento per favorire le cure in modo equo e appropriato. Auguro a tutti di proseguire nel grande lavoro svolto. Lascio un gruppo di cardiologi motivati e preparati e sono certo che non faranno sentire alcun vuoto, proseguendo il lavoro comune di questi anni”.

Al dottor Casolo – che si è guadagnato la stima e l’amicizia degli operatori che hanno lavorato con lui in tutti questi anni ed è diventato un importante punto di riferimento per tutti i professionisti dell’Asl – vanno quindi il ringraziamento e l’augurio di tanta serenità per gli anni a venire da parte della direzione aziendale e della direzione sanitaria di presidio:

“Il nostro ospedale – evidenzia in particolare la direttrice del “Versilia” Lisanna Baroncelli – saluta un eccellente professionista che non ha mai mancato di sostenere e collaborare con ogni singola funzione ospedaliera, in un’ottica di servizio ammirevole, anche nei momenti di maggior difficoltà, sia clinica che organizzativa. A un collega davvero di grande levatura, va la riconoscenza sentita della nostra Direzione ospedaliera, che gli augura un futuro sereno e ricco di soddisfazioni personali e professionali”.  

(Visitato 95 volte, 1 visite oggi)

Sicurezza del territorio, 300 mila euro per gli impianti idrovori

Agricoltura, al via il bando su partenariati di supporto a innovazione