Sarà un’edizione speciale quella di Enolia che, mentre si avvicina al traguardo del quarto di secolo, rafforza la sua posizione di manifestazione di eccellenza, saldandosi sempre più con il territorio.

L’evento enogastronomico, giunto alla 23ma edizione, aprirà i battenti domani (sabato) alle ore 10.00 nel giardino di Palazzo Mediceo, mentre alle ore 11.00 è prevista l’inaugurazione ufficiale. Da lì e sino a lunedì sera sarà una successione di iniziative da non perdere come conferenze, cooking show, degustazioni delle trenta tipologie di olio e delle oltre duecento etichette di vino, dei prodotti proposti dai quaranta artigiani del gusto. Insomma, l’appuntamento di eccellenza per quanti amano la bontà e la cura, riconoscendo nella genuinità e nella qualità un valore aggiunto.Sono proprio queste le basi sulle quali Enolia, nel corso degli anni, ha accresciuto il proprio successo, imponendosi come il più grande appuntamento enogastronomico ad ingresso gratuito della Toscana.Oltre a un tempo meteorologico decisamente favorevole, i visitatori troveranno anche un significativo collegamento con la mostra “Divismo spettacolo cultura (1950-1980). La Bussola di Bernardini”, allestita a Palazzo Mediceo e già definito evento cult dell’estate versiliese.Enolia renderà omaggio alla mitica Bussola attraverso la riproposizione di un risotto, piatto iconico di quegli anni. Sarà il pomeriggio di domenica a ospitare questo ritorno agli anni ruggenti della Versilia, quando anche la ristorazione risentiva di quel clima di divertimento che vedeva la Versilia e il locale di Bernardini meta di grandi artisti che portavano notorietà al territorio, rafforzando al contempo la propria, attraverso le serate in questo locale unico nel suo genere.

“Erano anni nei quali la Versilia era calata in un clima particolare, di grande fascino – commenta Gabriele Ghirlanda, patron di Enolia – e il mondo della ristorazione non si sottraeva a questo circuito di mondanità. Anni nei quali si poteva mangiare a qualsiasi ora della notte e, non di rado, nei ristoranti si trovavano proprio gli artisti che si erano esibiti alla Bussola. Quest’anno Enolia vuole rendere omaggio a quel locale, a Bernardini e a quegli anni, ricordando anche i ristoranti e gli chef del periodo, reinterpretando uno dei piatti che andava per la maggiore”.Si ricorda, proprio a proposito della mostra, che domani (sabato) e domenica si potrà usufruire delle visite guidate con i curatori, alle ore 15.30 e alle 17.30 Sono ammesse massimo 20 persone a gruppo, per questo si consiglia la prenotazione, esclusivamente attraverso messaggio, al n. 338 5741081.

(Visitato 16 volte, 1 visite oggi)

Stop idrico programmato per Pietrasanta e Seravezza, ecco quando e dove

Varato il nuovo Mangusta Oceano 39