Il grande amore per Pietrasanta. Forte e inscindibile, tanto da condividerne generosamente il palcoscenico dell’arte. Le Botteghe di Pietrasanta, con il patrocinio del Comune, promuovono una serata-evento per tributare un omaggio a Fernando Botero e Sophia Vari ad un anno dalla loro scomparsa. “Mi querida Pietrasanta” sarà infatti l’appuntamento _ in calendario venerdì 28 giugno alle 20 al Parco della Lumaca _ che coniugherà il calore di una comunità che ha fortemente amato i due artisti che hanno scelto la città come loro buen retiro, e il respiro internazionale del loro poderoso calibro artistico. 

Alla serata è attesa la presenza, oltre che dei commercianti del centro che hanno fortemente voluto questo omaggio, dei familiari dei due artisti, di autorità italiane e straniere (per rinsaldare il legame tra l’Italia e la Colombia), collezionisti, galleristi e imprenditori per un cocktail insaporito d’arte. 

Confermato l’intervento di Vittorio Sgarbi che dal Parco della Lumaca terrà una sorta di lectio magistralis sulla creatività di Botero e Vari. 

Il clima sarà di festa e, allo stesso tempo, di forte educazione artistica: su alcuni degli edifici simbolo di Pietrasanta saranno proiettate con la tecnica del videomapping alcune opere, in un effetto scenografico e cromatico suggestivo; guide esperte saranno poi pronte ad accogliere per l’intera giornata tutti coloro che vorranno visitare gli affreschi su Paradiso e Inferno realizzati da Botero nella Cappella della Misericordia. 

“Con questa iniziativa vogliamo celebrare un sentimento reciproco tra la città e questi due grandi _ evidenzia Gianluca Borgonovi, presidente de Le Botteghe di Pietrasanta _ un rapporto che, nato da una necessità professionale legata alla produzione delle rispettive opere, si è a poco a poco trasformato in qualcosa di più profondo e personale, emotivamente indissolubile, in qualcosa che sappiamo resterà per sempre “.

Botero, Insignito della cittadinanza onoraria nel 2001, ha vissuto con continuità a Pietrasanta dal 1983: non solo realizzò numerose opere nelle fonderie artistiche e nei laboratori ma acquistò anche casa, sotto la Rocca, che per lui divenne un punto di ritrovo familiare. In occasione del suo 80° compleanno, nel 2012, in città fu allestita una grande mostra con oltre 70 opere esposte fra complesso di Sant’Agostino e piazza Duomo. Nel 2020, infine, Botero aveva donato un dipinto al Comune per l’asta benefica internazionale battuta con Sotheby’s a sostegno dell’ospedale Versilia, durante l’emergenza sanitaria.

(Visitato 14 volte, 1 visite oggi)

A Pietrasanta un convegno sulla sicurezza nel comparto lapideo

Che cosa sono i classici, a giugno Nannipieri a Pietrasanta