VIAREGGIO. Sarà il Marco Polo, con le tradizionali tre serate, ad occupare lo spazio lasciato vuoto dal Rione Croce Verde nella quarta domenica di Carnevale: la festa rionale presieduta da Marco Puccinelli, che proprio quest’anno festeggia i primi 40 anni di attività, ha dunque vinto il ballottaggio con la Vecchia Viareggio, a sua volta tornata in auge dopo quasi venti anni di assenza ed interessata a dar seguito alle due serate in concomitanza con il Giovedì Grasso.

Dopo il weekend del 10, 11 e 12 febbraio, dunque, si torna a far festa, principalmente nel tentativo di rimpinguare le casse marcopoline dopo una tre-giorni caratterizzata dal maltempo e da incassi non certo soddisfacenti. Il rione si svolgerà nuovamente nell’arco di tre serate – venerdì 24, sabato 25 e domenica 26 febbraio – e coinvolgerà la via Maroncelli ed il piazzale della Chiesa di Don Bosco.

Già, la Chiesa. Croce e delizia del rione. Quello che da sempre è l’epicentro della festa del Marco Polo si sta infatti trasformando nel simbolo di una parte del quartiere che non vuole musica e balli sotto casa: i parrocchiani hanno raccolto oltre 350 firme (400 secondo l’amministrazione comunale) per manifestare il proprio dissenso contro una festa che sfonda in Quaresima e, soprattutto, causa numerosi disagi ai residenti.

A tal proposito mercoledì prossimo, 22 febbraio, si terrà un incontro tra le parti in causa: da una parte i residenti insoddisfatti, dall’altra gli organizzatori del rione stesso. Arbitro della contesa sarà il sindaco Luca Lunardini. La partita è appena iniziata.

(Visitato 21 volte, 1 visite oggi)

RIONE MARCO POLO, SI CERCA LA MEDIAZIONE CON I RESIDENTI

IL CARNEVALE SI FA BELLO PER LA DIRETTA RAI